Potenza, Raffaele: "Fondamentale aver retto fisicamente fino al 120'"

07.02.2019 15:00 di Dario Lo Cascio Twitter:   articolo letto 386 volte
Potenza, Raffaele: "Fondamentale aver retto fisicamente fino al 120'"

Giuseppe Raffaele, allenatore del Potenza, ha così commentato in sala stampa il successo ai calci di rigore sul Monopoli: "Purtroppo a fine primo tempo abbiamo dovuto cambiare due giocatori, adattando prima Guaita e poi Coppola a destra. Coccia era affaticato e non possiamo permetterci di perdere giocatori, idem per Ricci, che è stato una settimana a letto causa influenza. Siamo stati bravi a concedere solo il possesso palla. Ho avvertito anche io che c'erano degli equilibri in campo che non ci permettevano di giocare bene. Anche Giosa veniva da una settimana di febbre, ma non potevo bruciare tutte le sostituzioni. E infatti la gara è finita al 120". 

"Nei supplementari abbiamo ripreso il possesso palla, giocando bene e avendo diverse occasioni. Certo che 120 minuti sono un po' pesanti e venivamo da un campo pesantissimo del match di domenica. E ora abbiamo altre due partite in pochi giorni. Vedendo la gara è stato fondamentale aver retto fisicamente, anzi siamo andati in crescendo".

"Domenica abbiamo vinto dopo quattro gare, questa squadra ha grande voglia di ottenere risultati. C'è da dire che dopo la sosta siamo subito ripartiti dimostrandolo, anche se sono stati due pareggi sono stati importanti, contro squadre di alta classifica. Adesso abbiamo due scontro diretti, Rende e Reggina, da preparare tutti d'un fiato. So di poter contare su una squadra che non lascia niente. In campionato abbiamo sbagliato secondo me solo una gara, quella col Catanzaro, ma abbiamo subito ripreso i fili del discorso".

"Il Trapani nel prossimo turno? A questo punto della competizione, chiunque incontri, è un avversario di grande livello. Il calcio è curioso. Col Trapani abbiamo rischiato di vincere, mentre col Catanzaro abbiamo perso malamente, ma i granata hanno sempre vinto contro i giallorossi".