DS Vicenza: "Cavion e Maggio ancora in piedi, Desplanches ci piace"

18.08.2022 16:30 di Marco Pieracci Twitter:    vedi letture
DS Vicenza: "Cavion e Maggio ancora in piedi, Desplanches ci piace"
TMW/TuttoC.com
© foto di www.imagephotoagency.it

A margine della presentazione di Kaleb Jimenez ha preso la parola il direttore sportivo del Vicenza, Federico Balzaretti: "La formula per l’arrivo di Jimenez? E’ un prestito biennale con il diritto di riscatto - riporta trivenetogoal.it - la Salernitana ha la possibilità di recompra ad un prezzo abbastanza elevato, noi ci abbiamo puntato in quanto è un ragazzo giovane che ha possibilità di crescere senza pressioni particolari. Tutti i ragazzi sono arrivati con un percorso pluriennale e stanno spendendo molta energia, io dico sempre a loro di sbagliare sempre per eccesso non per difetto, se si sbaglia capita, si fanno errori anche a 40 anni. Per me l’età conta poco, se il mister decide di mandare in campo deve dare tutto, un classe 2005 vale un 81′, stiamo cercando di fare un mix come Pasini, Zonta, Scarsella che possono dare una mano nella loro crescita. Cavion e Maggio? Sono due situazioni in piedi, a centrocampo siamo messi molto bene, Michele rappresenta un valore anche per senso di appartenenza che risponde a determinati requisiti, lo abbiamo cercato e vediamo se si riesce a farlo, noi comunque in mezzo siamo messi bene. Noi abbiamo tutti esterni offensivi perchè l’idea è di prendere abbastanza alti i giocatori, lui potrebbe essere un esterno che può essere più difensivo che ci manca. Desplanches? Ci piace, ha delle caratteristiche con caratteristiche diverse dagli altri, molto bravo con i piedi, è un nome possibile però dipende dalle evoluzioni che ci saranno nel mercato. L’attacco? Vediamo come si sviluppa, stiamo i giocatori che ci sono. Sia Alessio che Busatto hanno le caratteristiche per darci una grande mano, poi vediamo perchè ci sono ancora due settimane per il mercato e saremo vigili fino all’ultimo, noi comunque abbiamo fiducia al 100% sui giovani. Lanciare i giovani? E’ inutile parlare di loro se poi non abbiamo il coraggio di farlo e se il Ds non ce l’ha, inviterei tutti a vedere gli allenamenti per notare tutto quello che mettono, noi vogliamo una squadra che rispecchi ciò che vuole la gente, poi la papera, l’errore ci saranno sempre, certamente bisogna commetterne pochi ma non deve mancare la volontà: cosa che loro stanno mettendo in allenamento e dovranno essere bravi ad avere continuità."