FOCUS TC - Serie C, 15^ giornata: la Top 11 del Girone A

23.11.2021 06:00 di Sebastian Donzella Twitter:    vedi letture
Marley Akè
Marley Akè
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Termina con un pari il big match della 15^ giornata nel Girone A tra Sudtirol e Feralpisalò. Ne approfittano il Renate che vince il derby con la Giana Erminio e il Padova che cala il tris sul campo del Piacenza. A farne tre è anche il Trento sul confusionario Lecco mentre fa ancora meglio la Pergolettese che ne segna quattro a una derelitta Pro Vercelli. Vincono anche la Triestina a Legnago, la Virtus Verona sul Mantova e la Juventus sulla Fiorentina. Pareggi senza reti, infine, in Pro Sesto-Albinoleffe e Pro Patria-Seregno. Di seguito la Top 11 del girone secondo TuttoC.com:

PORTIERE

Matteo Rossi (Albinoleffe): terzo rigore parato in stagione per il classe 2000 che aveva iniziato la stagione in panchina. Dopo Bunino in Coppa e Kaio Jorge con la Juve, questa volta è Capogna a farsi ipnotizzare dal dischetto. Nota di merito a Giacomel della Virtus Verona: tre parate super nella vittoria contro il Mantova.

DIFENSORI

Luca Villa (Pergolettese): insieme al collega sull'altra fascia, Bariti, è fondamentale nel successo contro la Pro Vercelli. Quest'ultimo guadagna il rigore che apre il match, il primo, fra l'altro capitano classe '99, segna il gol che chiude l'incontro. Nel mezzo una partita dominante da parte di entrambi.

Martino Borghese (Seregno): muro invalicabile, grazie al fisico possente e alla grande esperienza. Di testa son tutte sue e salva anche un gol fatto prendendosi una pallonata a due passi dalla porta.

Andrea Trainotti (Trento): partita perfetta del capitano che prima sblocca la gara col Lecco e poi alza la saracinesca insieme al resto della retroguardia. Nota di merito per il collega di reparto Carini, in gol subito dopo il collega.
 
CENTROCAMPISTI

Marco Crimi (Triestina): è il cervello dell'attacco alabardato. Da dietro crea tutte le occasioni più pericolose: da un suo sombrero nasce il gol che blocca l'incontro (firmato da un ottimo Galazzi). Sfiora un assist e un gol ma resta comunque la prestazione convincente.

Marco Amadio (Virtus Verona): il classe '99 ha il grande merito di decidere la gara salvezza col Mantova col primo tiro in porta personale e dei suoi. Freddo, preciso, attento: in una sola parola letale.

Michael Brentan (Pro Sesto): conquista un penalty, gestisce una quantità industriale di palloni, con tanta generosità quanta qualità nel palleggio. Il tutto sotto un campo pesante, e non poco. A 19 anni ha personalità da vendere.

ATTACCANTI

Marley Aké (Juventus U23): una bordata di destro, una fucilata di sinistro. Doppietta da fuori area per il talento bianconero che mostra, ancora una volta, come la Serie C gli stia strettissimissima.

Tommy Maistrello (Renate): il suo tocco vale i tre punti in un derby combattuto. Ma premiarlo solo per il gol sarebbe riduttivo vista la partita di grande sacrificio e di sportellate nell'area avversaria.

Hide Vitalucci (Pergolettese): una doppietta di sostanza su un campo nobile come quello di Vercelli. Un poderoso colpo di testa prima e un contropiede poi portano le bianche casacche ad alzare una bandiera dello stesso colore di fronte al samurai italo-giapponese.

Fabio Ceravolo (Padova): un gol, il settimo stagionale, e un assist. La Belva è tornata alla grande e questa volta sbrana la Lupa piacentina. Elogio da condividere con il resto dell'attacco patavino, tutto a segno con Chiricò e Jelenic.

ALLENATORE

Carmine Parlato (Trento): partita perfetta da parte dei gialloblù che smontano senza troppi problemi il Lecco. Dopo un periodo buio, arriva una vittoria che vale momentaneamente un posto nei playoff.