Pro Patria-Novara, a chi va il derby del Ticino? Le probabili formazioni

08.12.2019 11:00 di Niccolò Anfosso   Vedi letture
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Pro Patria-Novara, a chi va il derby del Ticino? Le probabili formazioni

Ab assuetis non fit passio: dalle cose abituali non nasce la passione. Forse i tifosi della Pro Patria hanno interpretato positivamente questo detto latino per convincere la parte della tifoseria più restia a presentarsi sui gradoni dello Speroni, all'insegna dello slogan "rendiamo speciale una giornata normale". I bustocchi effettivamente non sono più abituati alla vittoria, visto che il dolce sapore del successo manca dal 13 ottobre (Olbia). E il sentitissimo Derby del Ticino col Novara rappresenta un'occasione importante per tornare ad esultare dopo due mesi d'astinenza. I numeri parlano chiaro e non lasciano alibi ai bustocchi che hanno pareggiato consecutivamente le ultime 5 partite in campionato sebbene la zona play off resti ampiamente a portata di mano. La posizione di classifica impone però anche uno sguardo allo specchietto retrovisore perché un piccolo rischio di essere risucchiati dalle sabbie mobili della quota play out sussiste eccome. Differente ma non troppo la situazione dei piemontesi, costruiti per un campionato di livello. L'obiettivo societario coincide con un piazzamento tra i primi dieci dopo una stagione deludente che non ha portato gli effetti sperati. L'eliminazione al secondo turno dei play off ha infatti imposto ai vertici societari un cambiamento all'interno dell'organico, con un ringiovanimento della rosa conseguente alle partenze di Eusepi e Cacia. I giocatori esperti però non mancano: Sbraga, Gonzalez, Buzzegoli e Bortolussi sono pedine che conoscono molto bene la categoria e dunque da sfruttare appieno da qui a fine stagione. Il rendimento esterno del Novara non si sta però rivelando di certo positivo: 2 vittorie, 2 pareggi e ben 4 sconfitte. I punti sono 26 e il totale equilibrio sottostante al Monza deve fungere da imperativo categorico per provare in tutti i modi a centrare il podio finale. Altalena di emozioni o partita bloccata tatticamente? Poco importa, l'unica essenza di giornata è numerica: 3 punti per svoltare una stagione finora tra alti e bassi.

QUI PRO PATRIA - Mister Ivan Javorcic dovrà fare a meno degli infortunati Marcone, Ghioldi, Molnar e Brignoli, mentre potrà riabbracciare dopo la squalifica Lombardoni e Boffelli, oltre ai recuperati Spizzichino e Cottarelli. L'ambiente bustocco è molto carico ed è pronto a far valere il fattore nominale. Orazio diceva "Pro Patria mori", "è dolce e dignitoso morire per la propria patria". E il tecnico pretende cuore, grinta e lotta per portare a casa il risultato. Una testimonianza diretta è stata la presenza degli ultras alla rifinitura di ieri. "Mi auguro sia una domenica all'insegna della competizione e dello sport - ha commentato Javorcic in conferenza stampa -  siamo consapevoli dell'importanza della gara e mi auguro di arrivare prima dei nostri avversari". Nel solido e roccioso 3-5-2 troviamo Mangano in porta; la linea difensiva a tre prevede forzatamente qualche modifica vista come detto l'indisponibilità di Molnar, che sarà rilevato da Boffelli: il terzetto arretrato verrà completato da Battistini e Lombardoni. Fietta penserà a dirigere le operazioni in mezzo al campo, con Bertoni e Colombo pronti a dare sostanza alla manovra e a lottare sulle seconde palle. L'ex Cuneo Spizzichino insidia Masetti nel ruolo di esterno sinistro a tutto campo; sul lato opposto spazio ancora una volta a Galli. Davanti confermata la coppia composta da Le Noci e Mastroianni (capocannoniere della Pro con 5 reti). 

QUI NOVARA - In settimana a rinfrancare l'ambiente dopo lo stop interno con la Pianese, ci ha pensato il presidente Massimo De Salvo che è andato a trovare la squadra: "È venuto a trovarci ma noi lo sentiamo sempre vicino - ha spiegato mister Banchieri - si interessa sempre a noi". Il tecnico 45enne ha poi riflettuto sull'andamento stagionale caratterizzato da un continuo sali e scendi di risultati: "Sul più bello ci è sempre mancato quel salto di qualità decisivo. Pecchiamo nell'attenzione e nell'incapacità di chiudere anticipatamente le partite. Dobbiamo diventare più furbi e determinati a portare a casa l'intera posta". In ottica formazione: sarà 4-3-2-1 con il figlio d'arte Marchegiani tra i pali e la linea divensiva composta dal giovane promettente 2002 Barbieri (reduce dal Mondiale under 17 in Brasile) a destra, Sbraga e Bove centrali e l'ex Pisa Cagnano a sinistra. Chiavi del centrocampo affidate a Bianchi, Nardi e Buzzegoli, rientrato in gruppo giovedì. Sulla trequarti potere alla fantasia argentina con Gonzalez e Peralta ad innescare la potenza dell'unica punta Bortolussi. Riposo precauzionale per Piscitella. 

Nel ricordarvi che potrete seguire la sfida tramite il nostro LIVE MATCH, vi proponiamo ora le probabili formazioni dell'incontro:

Pro Patria (3-5-2): Mangano; Boffelli, Battistini, Lombardoni; Galli, Bertoni, Fietta, Colombo, Masetti; Le Noci, Mastroianni. A disp: Angelina, Tornaghi, Cottarelli, Molinari, Spizzichino, Ferri, Palesi, Pedone, Kolaj, Parker, Defendi. All. Ivan Javorcic. 

Novara (4-3-2-1): Marchegiani; Barbieri, Sbraga, Bove, Cagnano; Nardi, Bianchi, Buzzegoli; Gonzalez, Peralta; Bortolussi. A disp: Marricchi, Ferrara, Cassandro, Tartaglia, Visconti, Collodel, Fonseca, Schiavi, Capanni, Pinzauti, Piscitella, Zunno. All. Simone Banchieri.

Arbitro: Fontani di Siena (Bocca di Caserta e Pragliola di Terni).