FOCUS TC - Serie C, 8^ giornata: la Top 11 del Girone B

08.10.2019 06:30 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
Cernigoi
Cernigoi

Il Padova continua a correre, il Vicenza non molla. L'ottava giornata di Serie C, nel Girone B, regala altri tre punti ai patavini, bravi a battere 2-0 i corregionali dell'Arzignano. E, sempre in Veneto, i berici superano in rimonta per 2-1 il Cesena. Si ferma, invece, la Reggiana, che fa 1-1 col Gubbio e raggiunta sul podio dal Sudtirol che vince per 4-3 sul Modena. Risale alla grande la Sambenedettese, trascinata dai quattro gol di Cernigoi nel 4-2 contro il Piacenza. Molto bene anche il Carpi, vittorioso di misura (1-0) su una Feralpisalò sempre in crisi. Ritorna a perdere anche la Triestina, battuta in casa dal Ravenna a tempo scaduto (0-1). In zona salvezza malissimo l'Imolese, superata 0-1 dal Fano in casa e malissimo anche il Rimini, battuto sempre tra le mura amiche ma dalla Virtus Verona per 1-2. Pareggio salomonico con un gol a testa, infine, nel derby tra Vis Pesaro e Fermana. Di seguito la Top 11 dell'8^ giornata del Girone B di Serie C:

PORTIERE:

Francesco Scotti (Rimini): è vero che ne prende due, in casa, dalla Virtus Verona. Ma è anche vero che permette ai suoi di potersela giocare fino alla fine, parando il rigore del possibile tris rossoblù.

DIFENSORI:

Anton Kresic (Padova): nel giro di una frazione passa dal possibile dramma alla vera gioia. Prima perde un pallone sanguinoso che per poco l'Arzignano non trasforma in rete. Poi schiaccia di testa, nell'area avversaria, e sblocca il risultato.

Enrico Zanoni (Gubbio): al debutto in Serie C la mette dentro. E poco importa se il portiere avversario si impappina sulla conclusione. Resta un debutto indimenticabile per il classe '99 in prestito dall'Atalanta.

Gianni Manfrin (Virtus Verona): può un giocatore espulso finire in una Top 11? Sì se segna una rete e realizza anche l'assist per l'altra. Il tutto da terzino. Il classe '93 è in un grandioso stato di forma.

CENTROCAMPISTI:

Tommaso Morosini (Sudtirol): ormai passa più tempo nella nostra Top 11 che a casa sua. Doppietta da centrocampista, ennesimo capolavoro su punizione, ennesima prestazione monstre per qualità e quantità. In C al momento nessuno fa la differenza come lui.

Dario Saric (Carpi): se non fosse per il gol che si mangia da ottima posizione, sarebbe il trequartista perfetto. Contro la Feralpisalò crea calcio, fa a sportellate e, soprattutto, mette in mezzo il pallone che pochi secondi dopo varrà la vittoria.

Samuele Parlati (Fano): match di sostanza per il centrocampista granata che ci mette testa e gambe. E anche il piede quando bisogna spingere il pallone in porta che vale tre punti nello scontro diretto di Imola.

Jari Vandeputte (Vicenza): valore aggiunto dei biancorossi, soprattutto quando c'è da aprire una difesa avversaria. Di Carlo lo arretra a mezzala e come risposta il belga fa gol, dimostrando di poter essere decisivo in qualunque ruolo.

ATTACCANTI:

Manuel Nocciolini (Ravenna): un gol fortunoso ma fortemente voluto. Un tiro da 40 e passa metri ma a porta vuota, che permette ai suoi di espugnare Trieste. Bravo a crederci su quel pallone vagante nel finale.

Iacopo Cernigoi (Sambenedettese): quattro gol in 90 minuti. Serve altro?

Daniele Paponi (Piacenza): la sua doppietta è offuscata dal poker del collega della Samb. Ma l'esperto biancorosso ce la mette tutta per tenere i suoi in gara. Ci riuscirebbe anche se di fronte non avesse uno che sta vivendo la giornata perfetta.

ALLENATORE:

Gaetano Fontana (Fano): potrebbe diventare l'allenatore da trasferta di una squadra da trasferta. Difesa e contropiede le armi sfruttate benissimo, forse più di ogni altra volta, dai marchigiani. Che vincono un preziosissimo scontro diretto dopo aver saputo soffrire.