L.R. Vicenza Virtus, Bruscagin: "Girone difficile, diremo la nostra"

23.08.2019 22:20 di Marco Pieracci   Vedi letture
Matteo Bruscagin
© foto di Federico Gaetano
Matteo Bruscagin

Matteo Bruscagin è stato presentato oggi in conferenza stampa. TrivenetoGoal.it riporta le sue prime parole da giocatore del Vicenza: “Ad inizio mercato c’era già stato un avvicinamento poi la campagna trasferimenti è un po’ lunga e ci siamo allontanati, mentre negli ultimi giorni c’è stata la volontà di chiudere quest’operazione di essere qui e a disposizione. La rescissione col Venezia? L’estate scorsa avevo rinnovato il contratto per due stagioni e la società aveva voluto inserire la clausola che in caso di retrocessione il contratto sarebbe stato risolto e l’ha fatta valere, poi c’è stata una piccola querelle perché con la riammissione non si sapeva bene se il contratto fosse ancora in essere però oggi ho potuto firmare. Scendere di categoria? Negli ultimi sei anni ci sono state esperienze importanti, quando ho fatto la C a Latina ho vinto il campionato, poi comunque questi sei anni mi hanno fatto acquisire esperienza e per me essere sceso non è un problema. Vengo in una piazza ambiziosa e di calore, così come lo sono io e gli interessi sono stati comuni e sono felice. Caratteristiche tecniche? Negli anni ho fatto un po’ tutti i ruoli della difesa, nasco come terzino, poi sono stato spostato al centro e negli ultimi anni ho giocato dove serviva, anche a sinistra. Sono a disposizione poi vedrà il mister dove collocarmi. Conoscevo già 3/4 ragazzi, ho giocato insieme a Grandi, Padella e Marotta. Giacomelli ai tempi della Nazionale. Le prime impressioni sono sicuramente positive ci sono tutte le condizioni per fare una buona stagione per toglierci delle soddisfazioni. Mi sto allenando, dobbiamo solo attendere l’ok dalla federazione e poi vedrà il mister. Mi sono sempre allenato con dei fisioterapisti, mi mancava solo la parte con la palla. Il girone è competitivo, la Triestina è un passo avanti, poi noi, Padova, Cesena, Modena, Feralpi, Reggiana. Sarà un girone difficile ma noi vorremo dire la nostra e fare un campionato di livello, ma in questo momento è inutile fare dei proclami, ogni partita bisognerà fare il massimo. Vicenza è una piazza calda con tanti tifosi e seguito e ci daranno una grossa mano, non posso che essere felice di essere qui. Cosa mi ha convinto a venire qui? Questa è una piazza ambiziosa e un allenatore di livello che ha contribuito molto per portami qui e uno staff di livello, ci sono tanti fattori che mi hanno convinto, non per ultimo una piazza così.”