Rimini, Colella: "Il calciomercato sembra un suk. Così è un'assurdità"

07.12.2019 13:50 di Matteo Ferri   Vedi letture
© foto di Stefano Sartore
Rimini, Colella: "Il calciomercato sembra un suk. Così è un'assurdità"

Vigilia di derby per il Rimini, atteso dalla trasferta a Piacenza per invertire un pericoloso trend negativo. Il tecnico dei romagnoli, Giovanni Colella, ha parlato in sala stampa: "L'atteggiamento è stato positivo col Ravenna, abbiamo commesso due o tre svarioni ed in questo momento non possiamo permetterci di farne nemmeno mezzo. Magari più avanti arriverà il momento in cui potremo dare meno del cento per cento e vincere lo stesso le partite ma ora no. Le note positive arrivano dalla condizione fisica della squadra e dal fatto che il gruppo abbia recepito in poco tempo gli input che gli ho dato. Se tagliassimo la seconda metà delle partite, il Rimini sarebbe settimo in classifica, significa che il problema è mentale e non tecnico". Sugli avversari: "Piacenza è la classica squadra che non sai come prendere perché cambia spesso pelle dal punto di vista tattico e ha grande qualità. Anche l'anno scorso erano partiti male e poi si sono giocati la B fino all'ultima ma non sono dei mostri loro e non siamo cadaveri noi. Rispettiamo tutti, ma abbiamo bisogno di punti. Mancheranno Candido e Oliana che devono ancora togliere i ferri dalle mani". Una battuta anche sul mercato, ormai imminente: "Così come è messo adesso è un suk, per quattro mesi all'anno non si parla di altro ed è un'assurdità tutta italiana. A gennaio è molto complicato fare mercato perché ci sono tante variabili in più, noi abbiamo bisogno di riordinare la rosa ma sappiamo che sarà un'impresa complicata. Il direttore si sta dando da fare e speriamo di concludere le operazioni che ci servono. Curcio  è un ottimo giocatore ma è del Vicenza, io non l'ho nemmeno sentito al telefono e in più a Vicenza hanno degli ingaggi diversi rispetto a Rimini. "