Top & Flop di Cesena-Piacenza

21.09.2019 23:54 di Fabio Doriali   Vedi letture
S.Della Latta, Top Piacenza
S.Della Latta, Top Piacenza

Finisce tra i cori delle tifoserie, entrambe consce che, per ora, può andare bene così i match tra i bianconeri ed i i biancorossi (1-1).

Al "Dino Manuzzi" di Cesena va in scena uno degli anticipi della giornata 5 del torneo di Serie C, Girone B. E in campo ci vanno 2 pezzi da novanta del calcio italiano, Il Cesena ha dietro una regione, un fallimento recente, una tifoseria da galera. Il Piacenza, ha dietro una città, una volontà, una non appartenenza (oggettiva in quanto a blasone e pubblico) a questa realtà. Ne esce un match "strano". Prima bloccato, poi con il "Piace" in predominio fino al (bel) gol di Paponi. Poi, arriva (quasi a ciel sereno e comunque inaspettatamente) il pari del Cesena, siglato dal piacentinissimo Zecca. Beh. c'è di che scrivere almeno un capitolo, di un libro, ma di quelli che non arriveranno mai. E, infatti, da lì alla fine il match, il tutto non arriva mai. Il "Piace" avrebbe potuto, e dovuto, vincere. Non ci riesce. Saluti e baci, viene da dire. Però, per gli emiliani, fa acqua. Per i romagnoli, fa acqua in bocca: "dillo mica a voce alta", "Abbiamo pareggiato... è andata bene".

Ecco i Top&Flop del match del "Manuzzi".

TOP:

Giacomo Zecca: (Cesena): Non era una partita come le altre, lo aveva detto in settimana. Lui ragazzo piacentino, tifoso del Piacenza, debuttante 2 anni fa nel calcio che conta con la Lupa sulla maglia. E poi scartato. Era stato il migliore contro la Triestina, lo è di nuovo contro la squadra che, siamo certi, lo fa piangere negli spogliatoi. Se il Cavalluccio pareggia, in gran parte, lo deve al ragazzo delle colline piacentine.

Simone Della Latta (Piacenza): Dove lo metti sta, e bene. Oggi gioca a tutto campo. Scompagina, sì, è il suo mestiere migliore. Il Piacenza ha per larghi tratti in mano la partita. Gran parte del merito, è suo.

FLOP:

La difesa del Cesena (Cesena): Il Piacenza non vince. Vero. Ma, non vince, non grazie ad una difesa romagnola che appare in costante difficoltà. Si ha la sensazione che gli emiliani non vincano più per demeriti loro che per meriti di una difesa bianconera che appare in costante difficoltà.

Paponi (Piacenza): Parliamoci chiaro. Oggi il Piacenza avrebbe meritato la vittoria. Ha giocato meglio del Cesena, è apparso decisamente più forte dei romagnoli, Paponi, segna, vero. Ma, onestamente, poteva farne 3.