Top & Flop di Gubbio-Virtus Entella

24.09.2022 20:10 di Davide Baglivo   vedi letture
Barlocco Top Virtus Entella
TMW/TuttoC.com
Barlocco Top Virtus Entella
© foto di Andrea Rosito

Sotto una pioggia battente che non ha dato tregua a nessuno, Gubbio e Virtus Entella si dividono la posta in palio al termine di una partita avara di occasioni da rete. Pochissime anche le parate dei due portieri; praticamente una a testa. La prima è quella di De Lucia che respinge una conclusione di Vazquez dall'interno dell'area di rigore mentre nel secondo tempo è Di Gennaro a gettarsi in tuffo per dire no ad una conclusione potente di Tascone dai 25 metri. Da segnale solamente una punizione battuta sempre da Toscano che dopo aver sfiorato la barriera stava per beffare il portiere del Gubbio che aveva battezzato un altro lato. Allo stadio "Pietro Barbetti" così alla fine dei 90 minuti il tabellone recita 0-0, risultato che lascia un po' di rammarico per il Gubbio che sale sì a -1 dalla vetta ma non approfitta dell'inatteso KO della Carrarese in casa dell'Alessandria. Passettino in avanti invece per la Virtus Entella che dopo due sconfitte esce con un punto dalla trasferta in Umbria.

TOP:

Arena (Gubbio): Sotto l'acqua al "Barbetti" uno dei pochi che prova a cambiare il corso della gara è il capitano rossoblu. Nel primo tempo riesce a far ammonire i due centrali della Virtus mentre nel secondo prova ad accendere i suoi compagni. FIAMMELLA 

Barlocco (Virtus Entella): Tutto ciò che fa di bello Arena durante la gara succede centralmente perché a sinistra nella difesa biancoceleste c'è Barlocco che non lascia spazio all'avversario che lo salta per la prima, inutilmente, solo nel recupero del secondo tempo. Suo anche il bel traversone che Merkaj e Faggioli non riescono a spingere in rete. ATTENTO 

FLOP:

Bulevardi (Gubbio): Dei tre davanti è quello che soffre di più il campo pesante. Non poteva essere la sua partita questo pomeriggio. BAGNATO 

Reali-Pellizzer (Virtus Entella): Da segnalare in negativo solo il fatto che dopo solamente 18 minuti entrambi erano già ammoniti, anche per colpa di un'eccessiva severità del direttore di gara. Oggi tutto è filato liscio ma in altre occasioni questo sarebbe potuto risultare un bel problema. PRECOCI