Top & Flop di Olbia-Gubbio

25.02.2024 16:15 di Francesco Ragosta   vedi letture
TOP GUBBIO: Di Massimo
TMW/TuttoC.com
TOP GUBBIO: Di Massimo

Il Gubbio torna alla vittoria dopo due giornate espugnando con il punteggio di 2-1 il “Nespoli” e mettendo sempre più nei guai l’Olbia. Una vittoria importante per la squadra di Braglia, arrivata dopo una prestazione non esaltante dove è stata cinica a sfruttare al meglio tutte le occasioni avute. Ora i rossoblù, sempre più saldamente in zona playoff, salgono momentaneamente al quarto posto in classifica, due punti in meno della Carrarese terza impegnata in serata.
Una partita tutt’altro che emozionante nel primo tempo con l’Olbia che ha perso per infortunio Cavuoti e sì è fatta vedere solo con un tiro da fuori area di Biancu, terminato sul fondo. Ancora meno aveva fatto il Gubbio, praticamente inesistente in fase offensiva e capace di passare in vantaggio al primo tiro in porta arrivato nel recupero con il classico gol dell’ex di Udoh. L’attaccante al nono gol in stagione è stato bravissimo a proteggere palla da Motolese e girarsi a centroarea superando Rinaldi. Nella ripresa i ritmi restano bassi con il Gubbio che controlla senza grossi affanni la partita mentre l’Olbia pur generosa fatica a costruire pericoli per la porta di Greco. Al 73’ Nanni di testa manda sul fondo di testa un invito di Catania da ottima posizione. Le emozioni arrivano tutte negli ultimi cinque minuti: Biancu impegna severamente con un tiro da fuori Greco. Dal corner, La Rosa colpisce la traversa e poi Nanni riscatta un pomeriggio difficile con un tap-in di testa a porta vuota che riporta la partita in equilibrio. La partita sembra così incalanarsi verso un pareggio che non farebbe felici nessuna delle due squadre, ma il Gubbio alla seconda occasione della sua partita trova il secondo gol. Un’ingenuità di Motolese che commette fallo in area su Morelli regala un calcio di rigore al Gubbio che Di Massimo non sbaglia. Nell’occasione i sardi perdono anche Biancu, espulso per proteste. E’ la parola fine su una partita che sì incendiata solo nel finale. Per l’Olbia è la quarta sconfitta nelle ultime cinque partite. In classifica resta inchiodata al penultimo posto con due punti di vantaggio sulla Fermana che nel prossimo turno affronterà in uno scontro diretto, quasi, decisivo per evitare la retrocessione diretta. Ecco Top e Flop della gara.

TOP

Biancu (Olbia): l’espulsione per eccesso di proteste in occasione del rigore umbro è un’ingenuità gravissima. Ma non sì può dimenticare che praticamente è l’unico a provare a rendersi pericoloso. Suoi i tiri che impegnano Greco e sua la conclusione che porta al corner dà cui nasce l’illusorio pareggio. Il problema è che tra i compagni non c’è nessuno che sappia mettersi in evidenza come lui. CI PROVA

Di Massimo (Gubbio): è freddissimo in occasione del rigore trasformato al novantesimo. Un gol che vale tre punti importanti per i rossoblu che possono continuare a lottare per il terzo posto in classifica. E’ il suo ottavo gol in stagione, sempre più decisivo per le sorti della squadra di Braglia. GLACIALE

FLOP

Motolese (Olbia): rovina un ottimo primo tempo permettendo ad Udoh di girarsi e concludere troppo facilmente per il primo vantaggio umbro. E’ disastroso al novantesimo quando commette fallo da rigore su Morelli vanificando tutti gli sforzi fatti dai compagni per raggiungere il pareggio. Un pomeriggio da dimenticare per il giovane difensore classe 2004. NAUFRAGIO

Bumbu (Gubbio): aveva sempre offerto ottime prestazioni fin qui il centrocampista francese, ma quest’oggi vive un pomeriggio molto negativo. Diversi appoggi facili sbagliati fin dall’inizio, molto falloso con un cartellino giallo rimediato a metà primo tempo che probabilmente lo condiziona. Praticamente mai propositivo in fase offensiva, Braglia lo sostituisce prima dell’ora di gioco. SOTTOTONO