Top & Flop di Padova-Legnago

18.10.2020 19:50 di Gabriele De Bartolo   Vedi letture
Rolfini, TOP Legnago
Rolfini, TOP Legnago

Finisce col risultato di 1-1 il match appena conclusosi allo stadio Euganeo tra Padova e Legnago. Continua l'andazzo positivo della neo promossa allenata da Bagatti, che passa subito in vantaggio con una fortunosa rete di Bulevardi dopo appena un minuto e mezzo: punizione dalla linea laterale sinistra del campo, palla con un forte effetto che mette fuoricausa difesa ed attacco, e portiere battuto. Il Legnago comunque ci tiene a far sapere che non si tratta di fortuna se attualmente si trova sulla parte sinistra della classifica. Ed oltre a prendersi il vantaggio, prova a giocarsela. Il Padova è la squadra che ottiene un po' di più dal primo tempo, nonostante le occasioni di Grandolfo e Rolfini del Legnago siano degne di nota. C'è infatti anche un gol annullato al numero 9 per offside. Nel secondo tempo il Padova continua a cercare la rete del pari e sono numerose le chance da rete non sfruttate. Su tutti spiccano Soleri e Bifulco (quest'ultimo con una bella rovesciata). Il pari arriverà solo a 10 minuti dalla fine con Della Latta che ribadirà a rete un colpo di testa di Soleri finito sul palo. Un punteggio finale che forse starà stretto al Padova ma che tuttavia dimostra come sia difficile segnare al Legnago, per non parlare del fatto che questa squadra ha il vizio di mettere in difficoltà chiunque.
Vediamo dunque chi sono gli eroi di giornata.

TOP:

Della Latta(Padova): è il grimaldello del centrocampo Padovano, l'uomo che più di ogni altro ha eseguito al meglio sia le mansioni difensive che quelle offensive. Premiato dal fato con il gol, fino al novantesimo lo si nota a battagliare pallone su pallone nel tentativo di far uscire il Padova dalla propria metacampo. AMMIREVOLE

Rolfini(Legnago): parte dalla panchina per sostituire l'infortunato Sgarbi e si scatena contro tutta la difesa del Padova. Fenomenali le sue ripartenze in cui riesce ad esprimere buona tecnica e mentalità. Sfiora la rete del raddoppio che avrebbe potuto cambiare per sempre le sorti della gara. Un uomo che da solo sposta gli equilibri. INDIAVOLATO

FLOP:

Gasbarro (Padova): in più di un'occasione lascia perplessi la sua gestione un po' troppo coraggiosa della sfera, che ha il risultato di mettere a rischio la linea difensiva e che incoraggia il pressing forsennato degli avversari. Un po' troppo leggero anche durante la fase di impostazione, con alcuni passaggi leggermente fuori misura. DISTRATTO

Nessuno nel Legnago: nonostante alcune imperfezioni di alcuni protagonisti del match di oggi, non c'è un vero e proprio bocciato. Il Legnago soffre un po' eccessivamente il rush finale del Padova, complice forse una condizione fisica che ora comincia a mostrare il conto. Qualcosina di più si sarebbe potuto fare per andare sul 2-0, con il Padova sbilanciato negli ultimi 15 minuti. PROMOSSI