Cavese, Campilongo: "Ragazzi cannibali. Russotto devastante"

17.11.2019 21:30 di Ferdinando Armenante   Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
Cavese, Campilongo: "Ragazzi cannibali. Russotto devastante"

Sorride Salvatore Campilongo al termine del match vinto dalla Cavese contro la Viterbese: è il secondo successo esterno per i metelliani, il quarto stagionale che permette alla sua squadra di allontanarsi dalla zona play-out. Il tecnico degli aquilotti è intervenuto in sala stampa per analizzare il match vinto al "Rocchi".

Ecco le sue dichiarazioni: “I ragazzi hanno mangiato l’erba, sono stati i cannibali che chiedevo. Non era facile in casa della Viterbese e con un terreno di gioco del genere. Abbiamo fatto una grande prova di sacrificio, compattezza e attenzione, i ragazzi hanno fatto quello che gli avevo chiesto in settimana. Ci sono state diverse occasioni dove potevamo fare gol, inoltre Spaltro e Russotto sono stati formidabili nel bloccare i loro esterni, hanno fatto una grande prestazione. Con il 4-3-3 siamo più tendenti a farci trovare scoperti, mentre questo nuovo sistema l’abbiamo messo in campo a Potenza, ad Avellino e l’ho riproposto oggi e col Catanzaro e abbiamo sempre fatto bene. Il 4-4-1-1 ci dà la possibilità di avere un uomo in più avanti (Maza) e di bilanciare gli esterni tra attacco e difesa. Voglio fare i complimenti a Favasuli, ha fatto una grande prestazione, superlativa vista l’età, è un ragazzino di 36 anni. Lui e De Rosa aiutano molto lo spogliatoio e l’allenatore, gli fa onore”.

Sul match-winner Russotto: “Andrea è un giocatore straordinario. Se si concentra per 80-90 minuti, è devastante. Lui ha un carattere particolare, vorrebbe sempre il pallone pulito e che i compagni giochino come lui, ma non può essere sempre così. Però è un giocatore che, se in giornata, fa la differenza”.