Teramo, Paci: "Nessuno conosce le potenzialità della squadra"

20.10.2020 19:10 di Giacomo Principato   Vedi letture
Teramo, Paci: "Nessuno conosce le potenzialità della squadra"
TMW/TuttoC.com
© foto di Danilo Di Giovanni/Uff. Stampa Teramo

Nuovo appuntamento ufficiale in arrivo per il Teramo, impegnato domani, mercoledì, alle ore 18:30, in trasferta sul campo del Potenza.
Conferenza stampa della vigilia per il tecnico Massimo Paci: "Per noi la tappa di Potenza rappresenta un'opportunità per verificare la maturità della squadra, se sarà riuscita a recuperare le pile emotive. Quando si scende in campo il fuoco dev'essere sempre molto alto, perché noi giochiamo sempre per vincere. Sarà una gara complicata, soprattutto quando hai di fronte un avversario che gioca in casa e può godere di un giorno e mezzo di recupero in più rispetto a noi. C'è stato ovviamente poco tempo per prepararla, ma sono convinto che ci siamo. C'è tanto da migliorare, soprattutto nella gestione della palla, a livello tattico il gruppo ha assimilato certi principi, ma ora conta la continuità. Le potenzialità vere di questa squadra non le conosce nessuno, ma possiamo arrivarci con la ricerca del miglioramento e dell'eccellenza. Non è la tattica a fare la differenza, ma la competizione, la voglia di non mollare mai, di partire forte e di finire allo stesso modo, questa dev'essere la nostra filosofia, rimanendo sempre con i piedi per terra. Turnover? Non lo so, vorrei fare pochi cambi, ma oggi ho visto alcuni ragazzi molto in forma, vedremo domani. Bunino? Ha bisogno di lavorare ancora un po'. Lasik? Non sta benissimo, l'altra sera è uscito per un piccolo fastidio muscolare, ma abbiamo delle alternative valide. Bombagi? Nulla di grave, sta bene, lo aspettiamo. Gerbi? Si sta già allenando con la squadra, è in forte crescita, ma è dal periodo del lockdown che non lavora in gruppo, ci prendiamo qualche settimana. Iotti? Tra i centrali difensivi a disposizione, è quello che assomiglia di più al Paci calciatore, anche a livello di mentalità, ma lui è più tecnico di me. Potenza? Non sappiamo quale sarà il loro atteggiamento, ma il nostro Dna rimane quello: aggressività e contro-pressing".