Top & Flop di Catania-Ternana

21.10.2020 23:15 di Dario Conti   Vedi letture
Top & Flop di Catania-Ternana
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Al ‘Nobile’ si interrompe l'imbattibilità del Catania contro la Ternana: le fere espugnano agevolmente gli etnei 1-3, grazie alle reti di Partipilo, Raicevic e Defendi a cavallo tra il primo e il secondo tempo. I padroni di casa - privi di Tonucci, che si fa male nel riscaldamento - soffrono da subito il palleggio degli ospiti, che si concretizza in una costante minaccia per la porta di Martinez. Di occasioni se ne vedono poche dalle parti di Iannarilli, che nel primo tempo resta più ad osservare qualche iniziativa da fuori. Prima dell’intervallo, però, gli ospiti passano grazie al colpo di testa di Partipilo, che sorprende una difesa rossazzurra completamente imbambolata. Nel secondo tempo tarda ad arrivare la reazione rossazzurra, ne approfittano quindi le fere con i colpi del k.o del neoentrato Raicevic e capitan Defendi, che serve il tris. Solo quando la formazione di Raffaele non ha più nulla da perdere esce fuori l’orgoglio, dimezzando il passivo grazie alla bella punizione di Luis Maldonado per l’1-3, che non cancella comunque la delusione di una prova non all’altezza. Ecco i top & flop del match:

TOP

Welbeck e Maldonado (Catania): promosso titolare da mister Raffaele, è uno dei pochi a provarci in un primo tempo in cui è più la Ternana a sfiorare la rete. La punizione del centrocampista è invece la nota più bella di una serata sfortunata, in cui probabilmente non arriva la conferma che ci si aspettava. GENEROSO e CECCHINO.

Partipilo e Raicevic (Ternana): centra la parte superiore della traversa, dopo dieci minuti, e porta avanti i suoi con quello che non è proprio una sua specialità: il colpo di testa su perfetto cross di Mammarella. Sempre pungente negli ultimi metri. L’attaccante sostituisce Vantaggiato nella ripresa e mette la partita in cassaforte, segnando il 2-0 e sfiorando pochi minuti dopo anche il tris. Entrambi… DETERMINANTI.

FLOP

Difesa (Catania): serata difficile per la retroguardia etnea in costante difficoltà sulle sortite offensive ospiti. La Ternana surclassa i rossazzurri sotto il piano del palleggio e delle occasioni. Pesa molto l’assenza di Tonucci, che aveva trasmesso sicurezza ad un reparto apparso tra i migliori nelle prime giornate e probabilmente si sentono i postumi della lunghissima trasferta a Francavilla Fontana. FRAGILI.  

Nessuno (Ternana): poche sbavature della formazione di Lucarelli, il Catania impensierisce poche volte Iannarilli, se non nel finale, spinto da una reazione di orgoglio, che si concretizza solo nella bella punizione di Maldonado. PERFETTI.