Top & Flop di Juve Stabia-Casertana

09.05.2021 20:05 di Emmanuele Sorrentino   Vedi letture
Top & Flop di Juve Stabia-Casertana
TMW/TuttoC.com
© foto di CeC-comunication

Succede tutto nel finale: il derby del Romeo Menti tra Juve Stabia e Casertana termina con il risultato di 1-1. Alla rete del vantaggio degli ospiti di Castaldo, risponde su penalty Marotta. Un pari che premia i padroni di casa, che, in virtù del miglior piazzamento al termine della regular season, si qualificano al turno successivo, dove affronteranno il Palermo, che ha superato a domicilio il Teramo nel pomeriggio.

I padroni di casa provano a rendersi pericolosi subito in avvio con Fantacci, che cerca la conclusione al limite ma la sfera termina larga. Al 7’ Vallocchia va alla conclusione dalla distanza, palla alta. Un minuto dopo Berardocco ci  prova con il mancino, Avella fa buona guardia. Al 14’ Pacilli spara un missile dalla trequarti ma è impreciso. Superata la mezz’ora Marotta, servito a rimorchio da Fantacci, lascia partire un destro rasoterra bloccato da Avella. In chiusura è sempre il centravanti gialloblu a raccogliere una ribattuta corta della difesa ospite, la sua conclusione termina altissima.

La Juve Stabia ha due buone occasioni in avvio di ripresa, prima con Vallocchia su punizione, il quale colpisce l’esterno della rete dando l’illusione ottica del gol, poi con Fantacci, il cui bolide dalla distanza sfiora la traversa. I falchetti si fanno vedere solo al 72’ con Varesanovic, servito corto da Bordin su punizione: il suo missile sibila l’incrocio dei pali. E’ il preludio al gol che arriva al 77’: cross dalla sinistra di Del Grosso sul secondo palo per Castaldo che si coordina e con il destro al volo batte Farroni sul palo più lontano. All’85’ Borrelli si incunea in area e colpisce in diagonale un clamoroso palo; sul prosieguo dell’azione Buschiazzo falcia Vallocchia, per Tremolada è calcio di rigore. Dagli undici metri Marotta non sbaglia, Avella intuisce la traiettoria e si tuffa alla sua destra ma non può nulla sul tiro angolato del numero 10 gialloblu. Forcing finale dei falchetti alla ricerca della rete della qualificazione ma il risultato non cambia.

Le vespe accedono al secondo turno dei playoff di Serie C, dove affronteranno mercoledì prossimo il Palermo, che nel pomeriggio ha eliminato il Teramo, vincendo per 2-0 grazie alle reti di Floriano su rigore e Luperini. Sfuma il sogno promozione per la Casertana: i rossoblu ora potranno programmare con calma la nuova stagione in Serie C.

TOP

Alessandro Marotta (Juve Stabia): è lucido dagli undici metri, bravo a freddare Avella con un destro ad incrociare angolatissimo che regala la qualificazione alle vespe. Si fa notare nel corso del match con alcune importanti occasioni da rete. Rappresenta la marcia in più per la formazione guidata da mister Padalino. CECCHINO INFALLIBILE

Luigi Castaldo (Casertana): l'uomo di esperienza sblocca il match appena entrato e da anche un paio di chance per raddoppiare. Il sogno qualificazione sfuma poco dopo, in seguito al penalty concesso dall'arbitro Tremolada per l'atterramento in area di Vallocchia. Un calciatore da categoria superiore. MAGNIFICO

FLOP

La difesa della Juve Stabia in occasione della rete di Castaldo: una disattenzione che poteva costare cara, il traversone di Del Grosso a liberare sul secondo palo l'eterno Castaldo regala di fatto la rete del vantaggio ai falchetti. Un calo di attenzione che è stato in parte mitigato dalla rete del pareggio siglata su penalty. DISATTENTI

Primo tempo della Casertana: gli uomini di Guidi ci hanno messo un po' troppo tempo per carburare. I falchetti in pratica non si sono fatti proprio vedere dalle parti di Farroni nei primi 45', se non per un missile di Pacilli dalla lunghissima distanza. L'ingresso di Castaldo ha reso più concreta la manovra offensiva, ma non è risultato efficace ai fini del risultato finale. SPENTI

RIVIVI LE EMOZIONI DEL DERBY DEL MENTI!