Top & Flop di Potenza-Rende

16.02.2020 19:40 di Onorio Ferraro Twitter:    Vedi letture
Libertazzi, Rende
© foto di Andrea Rosito
Libertazzi, Rende

Pronti e via e il Rende passa subito in vantaggio dopo appena sessanta secondi. Cross che arriva dalla sinistra e Libertazzi da dentro l’area di rigore prende la mira e al volo manda i suoi in vantaggio. Archiviato il gol è il Potenza a prendere le redini del gioco e al 9’ con Emerson riporta tutto in parità direttamente da calcio di punizione. I padroni di casa escono perciò dal guscio iniziale e alzano i ritmi in un primo tempo ricco di azioni. Il Rende ci riprova poco dopo con il solito Libertazzi che su un calcio d’angolo non andato a buon fine aggancia la palla in rovesciata ma manda la sfera sopra la traversa. Nel finale sono sempre i padroni di casa a giocare con il pressing alto senza dare spazio ai calabresi che riescono a contenere le incursioni dei lucani. Sul duplice fischio ci prova Coccia che in proprio sfiora il gol con Borsellini bravo a chiudere in angolo. Nella ripresa cambia Raffaele con Isgrò al posto di un deludente Ferri Marini. Pronti e via e nella ripresa è il Potenza ad andare in gol ribaltando il risultato. Cross dalla destra di Golfo, in tuffo di testa va Coccia che fa il suo secondo gol tra i professionisti e porta i suoi in avanti. Al 15’ della ripresa brutto infortunio muscolare per Isgrò che deve abbandonare il campo. Gara che scorre senza troppe difficoltà per i padroni di casa, nel Rende invece prova a smuovere qualcosa l’ingresso di Loviso. Al triplice fischio arriva la doccia gelata, Saveljesvs manda i biancorossi in paradiso con un gol a sorpresa arrivato col sinistro dopo una sponda in area sul calcio piazzato di Loviso. Punto prezioso per i biancorossi che dimostrano di volerci credere in una salvezza che sta diventando sempre più complicata del previsto.

TOP
Emerson (Potenza):
glaciale sulla punizione. Si sistema la palla con tranquillità e calcia a botta sicura. Non è solo questo, serve bene i compagni di squadra quando scatta in avanti. I compagni lo vedono come una certezza e cerca di dire sempre la sua. ONNIPRESENTE

Libertazzi (Rende): un gol da attaccante puro. Fa valere la sua qualità ed esperienza prendendo sul tempo i difensori. Ci riprova in rovesciata ma la palla non viene impattata bene. E’ il più pericoloso dei suoi, gioca bene anche di sponda e con le spalle alla porta creando qualche difficoltà ai lucani che faticano a stargli dietro. BOMBER

FLOP
Nessuno tra le fila del Potenza
: una squadra compatta e senza lacune. Il gol arrivo a freddo ma non produce effetto negativo sui lucani. Il gruppo rema nella stessa direzione, errore grossolano sul pari allo scadere che non compromette il gruppo e la classifica dei rossoblu. COMPATTI


La difesa del Rende: crolla di scatto la difesa degli ospiti che al primo giro di orologio della ripresa regalano il vantaggio ai lucani. La grinta certo non manca ma la concentrazioni in gare di questa portata con l’obiettivo di fare punti è decisiva. Nel primo tempo invece i biancorossi hanno mantenuto – anche se a tratti – gli attaccanti del Potenza che hanno dovuto faticare per trovare la giusta via del gol. SCONNESSI