Top & Flop di Reggina-Monopoli

12.05.2019 21:55 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Ungaro TOP Reggina
© foto di Claudia Marrone/TuttoLegaPro.com
Ungaro TOP Reggina

Si è chiusa la gara fra Reggina e Monopoli, giocata al "Granillo" valevole per il primo turno dei playoff: 1-1 il punteggio finale. Risultato che permette ai calabresi di approdare al secondo turno, dove mercoledì affronteranno il Catania al "Massimino". Amaranto e biancoverdi si sono affrontati a viso aperto in un confronto (come era lecito attendersi) molto equilibrato e tirato. In apertura la truppa di Roberto Cevoli si rende pericoloso con Doumbia, il suo colpo di testa su assist di Strambelli non inquadra la porta. Il possesso di palla è maggiormente in mano agli ospiti, i quali trovano il vantaggio al 37', Scoppa trasforma un calcio di punizione con un destro velenoso che supera la barriera e sorprende un incerto Confente. La ripresa vede la truppa di Giuseppe Scienza gestire a tratti la gara, soprattutto nella parte iniziale ma ha il demerito di non concretizzare ripartenze costruite bene. La Reggina sospinta da un caloroso e numeroso pubblico, prova a spingersi in avanti anche se lo fa in maniera a tratti imprecisa e poco lucida. Quando l'eliminazione sembra materializzarsi, arriva al 35' il pareggio firmato da Ungaro, abile con un sinistro da posizione defilata da fuori area non lasciando scampo a Pissardo. Il finale viene vissuto con il "cuore in gola", il Monopoli si getta in avanti ma non trova la stoccata vincente. Vediamo i migliori e i peggiori del confronto:

TOP

Ungaro (Reggina): l'uomo di copertina senza dubbio, entra a metà ripresa e toglie letteralmente le "castagne dal fuoco" con un sinistro mortifero da fuori area, non lasciando scampo al portiere avversario. Da quel momento in preda ad una carica di adrenalina, si oppone con una determinazione e carica agonistica ammirevole di fronte agli avversari. SALVATORE DELLA PATRIA

Paolucci (Monopoli): presenza di sostanza e consistenza la sua in mezzo al campo, non si contano i palloni che sradica agli avversari fino a quando le energie gli lo permettono, fa filtro dando il la alle ficcanti ripartenze del Monopoli, non tirando mai indietro la gamba trascinando tutto il reparto dei pugliesi. FOSFORO

FLOP

Zibert (Reggina): incerto ed impreciso nella costruzione della manovra, soprattutto nel primo tempo appare poco lucido e forse anche eccessivamente nervoso, ci mette buona volontà e determinazione ma fatica molto ad entrare in partita, Cevoli nel secondo tempo lo sostituisce. INCERTO

Mangni (Monopoli): in ombra l'attaccante dei biancoverdi, il quale perde sistematicamente i duelli con i difensori della Reggina. Il suo compagno di reparto riesce a farsi notare lottando e combattendo, lui invece rimane spesso ai margini del confronto, non riuscendo ad incidere nel confronto. POLVERI BAGNATE