Top & Flop di Sicula Leonzio-Rieti

20.10.2019 17:25 di Antonio Capizzi   Vedi letture
© foto di Matteo Ferri
Top & Flop di Sicula Leonzio-Rieti

Pomeriggio amarissimo in casa Sicula Leonzio che perde 1-2 contro un Rieti davvero incredibile. Succede di tutto al Sicula Trasporti Stadium con la squadra di Lorenzo Pezzotti che sbanca il comunale di Lentini e conquista tre punti fondamentali ai fini del nuovo corso sia tecnico che societario. Esito  davvero negativo per la Sicula che dopo aver trovato il vantaggio con Lescano non ha saputo gestire il risultato, facendosi rimontare da un Rieti molto organizzato e cinico, che con la doppietta di Francesco Marcheggiani mette a referto un risultato storico. Primo tempo nullo di occasioni pericolose, con entrambe le squadre che hanno badato più alla difesa che all’attacco; nella ripresa è salita l’adrenalina e la cattiveria agonistica. Molto contestato il rigore assegnato alla Sicula Leonzio, presunto tocco di mano di Aquilanti: Lescano senta esitare ha messo dentro il gol del vantaggio. Ma il Rieti non è mai uscito dalla gara, sempre lì a giocare con calma e cercare l’episodio: cross di Aquilanti, Marcheggiani salta altissimo stacca di testa e Nordi non può far altro che osservare il pallone insaccarsi in rete. A quel punto la Leonzio è scossa, riesce a costruire due occasioni con Palermo e Sicurella ma uno strepitoso Pegorin si oppone. Pochi minuti dal termine, erroraccio di Esposito e Sicurella, contropiede Rieti e Marcheggiani ancora bravo e lesto a battere Nordi per la seconda volta: storica vittoria del Rieti sul campo della Sicula Leonzio.

TOP

Lescano (Sicula Leonzio). In questo brutto pomeriggio per i colori bianconeri, rimane la soddisfazione personale nell’aver segnato il terzo gol stagionale, trasformando un rigore molto pesante che aveva portato in vantaggio i suoi. Per il resto grande partita di sacrificio, presenza e affidabilità: il terminale offensivo di cui ha bisogno Grieco. L’unico sufficiente di questa gara. Ultimo a mollare. 

Marcheggiani (Rieti). Non menzionarlo tra i migliori sarebbe stata una blasfemia. Il numero 32 del Rieti è indubbiamente l’uomo della vittoria, di una rinascita che per il Rieti parte da questa vittoria fondamentale. Due gol che lo consacrano ancor di più cannoniere e miglior marcatore della squadra di Pezzotti, che ha trovato in lui un profilo di primo livello. Reti molto diverse che però riassumo la forza e la determinazione di questo ragazzo. Match winner. 

FLOP

Sicurella (Sicula Leonzio). Pomeriggio nerissimo per il reparto arretrato della Sicula, che soprattutto in occasione del primo gol ha sbagliato in maniera evidente. Sulle sue spalle il pesante errore nel primo tempo, da posizione nettamente favorevole ha fallito un gol praticamente fatto: super Pegorin, ma le colpe del 4 bianconero sono pesanti. Sprecone.

Tiraferri (Rieti). Dopo una vittoria simile trovare un giocatore che ha fatto male risulta difficile, ma Tiraferri è apparso spesso distratto e nel primo tempo tanti errori d’appoggio. Brivido sulla schiena in una situazione in cui ha appoggiato la palla con il petto, rischiando l’autogol. Distratto.