Samb a un passo dal fallimento: ecco chi c'è in pole per far rinascere il club in estate. Un club di Lega Pro ha 12 milioni di euro di debiti! Nasce Serie C TV

01.04.2021 00:00 di Nicolò Schira Twitter:    Vedi letture
Samb a un passo dal fallimento: ecco chi c'è in pole per far rinascere il club in estate. Un club di Lega Pro ha 12 milioni di euro di debiti! Nasce Serie C TV
TMW/TuttoC.com

Sull'orlo del fallimento e con un futuro ormai buio, tanto da rischiare di non scendere neppure in campo sabato sul campo del Matelica. Non c'è pace per i tifosi della Sambenedettese delusi delle reiterate promesse non mantenute del patron Serafino, a cui ormai non danno più credito i calciatori, che dopo la messa in mora hanno proclamato lo stato d'agitazione. L'anticamera - qualora non scendessero in campo per 2 giornate - del fallimento immediato. Incubo destinato, salvo clamorosi colpi di scena, a materializzarsi comunque il 30 giugno. Tanto che l'amministrazione comunale è già al lavoro per trovare chi possa far ripartire immediatamente dai Dilettanti il calcio all'ombra del Riviera delle Palme. Occhio a un tandem che ha già fatto rinascere il pallone a Como e Foggia, riportando due piazze blasonate nei professionisti e impostando le basi per annate di successo. Alludiamo ovviamente a Roberto Felleca e Ninni Corda, la cui esperienza nella Capitana appare ai titoli di coda a fine stagione. Il Re Mida sardo potrebbe seguire nuovamente Felleca, che da Foggia ha già fatto i bagagli nelle scorse settimane dopo il passaggio di quote a Pintus. Quella targata Samb potrebbe essere l'ennesima sfida da vincere per loro. I primi contatti esplorativi ci sono stati, affinché il futuro possa tornare ad essere radioso in quel di San Benedetto del Tronto. Sul presente meglio invece stendere un velo pietoso...

A proposito di società sull'orlo del crack: c'è un club di Lega Pro il cui futuro è segnato. Comunque vada sul campo. Neppure la promozione in Serie B (a oggi comunque utopistica...) potrebbe cancellare il profondo rosso del bilancio. Questa compagine ha un passivo di addirittura 12 milioni. Impossibile che eventuali compratori possano farsi carico di un deficit così pesante. Ammesso che le voci relative a un passaggio di quote siano reali o non fake news messe in giro ad arte. E pensare che qualche anno fa questa squadra calcava addirittura i palcoscenici della Serie A. Meglio non chiedersi come abbiano fatto ad iscriversi, ma difficilmente l'anno prossimo saranno ancora ai nastri partenza della terza serie. Probabile il fallimento e la conseguente ripartenza dai dilettanti...

In attesa di scoprire se sarà Sky (magari non in pay per view visto lo scarso successo dell'operazione...) o Eleven Sports (che però sogna di prendersi i diritti della Serie B in procinto di essere mollata da Dazn) il broadcaster titolare dei diritti TV della prossima stagione in Lega Pro c'è da segnalare un interessante esperimento dedicato alla terza serie. Ovvero la nascita di Serie C TV. Una sorta di Youtube della Lega Pro realizzata artigianalmente dai tifosi che potranno inviare e postare i loro video dallo stadio in tempo reale durante le partite. Mezz’ora dopo il fischio finale delle gare sarà possibile vedere anche gli highlights delle partite in collaborazione con Eleven Sports. In streaming qualcuno prova a ridare la giusta visibilità alla terza serie, troppo spesso bistrattata a livello mediatico. E snobbata. Difficile facendo zapping col telecomando trovare spazi dedicati al mondo pallonaro della C. L'unico programma di approfondimento è quello targato Rai nel pre partita del Monday Night più la mini striscia di 15 minuti su Sky il martedì pomeriggio. Troppo poco. Ecco perché il progetto Serie C TV realizzato da Sportweb Srl che fa capo a Sponsoo.it va tenuto d'occhio. Altrimenti il rischio è di vedere scomparire dalla tubo catodico la nostra amata Lega Pro, sulla falsa riga di quanto accaduto al piano di sopra in B nell'ultimo triennio.