INTERVISTA TC - Ds Avellino: "Vogliamo competere per la vittoria finale"

18.09.2020 21:00 di Antonino Sergi   Vedi letture
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
INTERVISTA TC - Ds Avellino: "Vogliamo competere per la vittoria finale"

Protagonista del mercato l'Avellino, ieri l'annuncio di Santaniello e De Francesco e qualche giorno fa Riccardo Maniero e Salvatore Aloi. L'obiettivo è quello di arrivare in alto con Piero Braglia in panchina come sottolineato ai microfoni di TuttoC.com dal direttore sportivo degli irpini Salvatore Di Somma.

Direttore partiamo dalla scelta dell'allenatore, Braglia per un grande campionato.
"Certo, Braglia è una scelta mirata. Un allenatore dal valore importante per la categoria, la nostra speranza è quella di fare un buon campionato e competere per la vittoria finale".

Cosa manca ancora all'Avellino?
"E' un mercato stranissimo, con una marea di difficoltà e siamo condizionati da questo maledetto virus. Credo di aver, anche se manca ancora qualcosa, costruito una buona squadra. Questo è un campionato importantissimo e sarà il più difficile rispetto agli anni scorsi".

Dopo Maniero e Bernardotto anche Santaniello in avanti.
"Abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Sono attaccanti importanti per la categoria, dobbiamo completare il reparto con un altro colpo che faremo a fine mercato. Per esperienza quando arrivi alla fine riesce sempre a scovare qualche profilo importante. Ci sono tanti calciatori che aspettano sempre un'offerta last minute".

Riccardo Maniero è stato un colpo programmato da tempo oppure si è trattato di un'occasione sfruttata?
"E' stata un'occasione, è un centravanti che ha sempre giocato a livelli importanti. A noi ha fatto enormemente piacere perché avere un attaccante come Maniero e questa categoria non è cosa da poco".

A centrocampo ecco De Francesco e Aloi che hanno vinto già in C.
"Abbiamo voluto puntare su qualche calciatore che ha già vinto, che ha già la mentalità vincente come De Francesco e lo stesso Aloi. Hanno la voglia e l'esperienza per poter vincere un campionato".

Questa lista a 22 ha creato difficoltà per il mercato?
"Sicuramente ha creato delle difficoltà, ci sono tante squadre importanti che si ritrovano con organici ampi a livello numerico e costretti a sfoltire".

Voi siete alle prese con la cessione di Fabiano Parisi.
"Purtroppo abbiamo questa situazione che riguarda Parisi, il ragazzo ha ambizioni e potenzialità enormi e può confrontarsi con la B. Noi non possiamo precludere le sue ambizioni. Ha delle prospettive importanti facendo dei progressi incredibili, mi auguro di cuore che possa arrivare ai massimi livelli". 

Girone più complicato dello scorso anno e si stanno delineando i valori delle formazioni che punteranno alla vittoria finale?
"Piano piano si stanno delineando, il nostro girone è sempre quello più difficile anche se pensavo che la cosa più giusta da fare fosse gironi nazionali. Ci sono squadre come Bari, Ternana, Catania, Palermo, Catanzaro che insieme all'Avellino lotteranno per la vittoria finale".