INTERVISTA TC - Piacenza, Rossi: "Io tardi tra i pro? Ma non è mai troppo tardi"

12.01.2022 20:40 di Raffaella Bon   vedi letture
Massimiliano Rossi
TMW/TuttoC.com
Massimiliano Rossi

Massimiliano Rossi è da oggi un nuovo centrocampista del Piacenza, avendo sottoscritto col club biancorosso un contratto fino al 30 giugno 2023 con opzione fino al 30 giugno 2025. Il classe 1997, ex Mezzolara, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per commentare questa nuova avventura, la sua prima tra i professionisti: "Sono molto carico e contento, si può dire che è arrivata un po' tardi, ma la realtà è che non è mai troppo tardi".

Ti sei prefissato un obiettivo personale?
"Mettermi in gioco in questa categoria, cercando di trovare più spazio possibile, ovviamente lavorando molto durante la settimana e ritagliandomi così uno spazio importante".

Sei già aggregato alla squadra e hai già svolto il tuo primo allenamento?
"Lo sono da una decina di giorni, ma per motivi burocratici la firma ufficiale è arrivata solo ora. Ho quindi già avuto modo di conoscere il gruppo, il mister e lo staff, mi sto trovando bene con tutto l'ambiente: sono stati molto accoglienti. C'è tutto per fare bene, il gruppo è bello e valido dal punto di vista tecnico. Speriamo di toglierci delle soddisfazioni insieme".

Pensi che si possa fare un pensierino ai playoff?
"In questo momento, guardando la classifica, la prima cosa è staccarsi dalla zona calda, poi i sogni sono sempre quelli che alimentano ogni giornata di noi calciatori. Ed è giusto anche pensare a qualcosa di bello".

Che idea ti sei fatto di questo girone?
"L'ho seguito da lontano, ho visto che ci sono delle corazzate davanti - anche a detta dei compagni - e due su tutte sono il Südtirol e il Padova. Poi con tutte le altre mi è stato detto che se la sono giocata a viso aperto, e un po' per sfortuna e un po' per disattenzioni si è perso qualche punto di troppo nei minuti finali. Speriamo di invertire la rotta nel girone di ritorno".

Purtroppo il campionato è attualmente flagellato dalla pandemia e, per questo, ha vissuto il rinvio della seconda e della terza giornata di ritorno: come si vive tutto questo?
"E' una situazione non facile, non c'è una condizione di normalità. Ma noi ci stiamo comunque allenando forte in settimana per cercare di arrivare pronti quando sarà il momento e nella migliore condizione possibile. Speriamo che il Covid non ci tolga la possibilità di avere al nostro fianco i tifosi, che a Piacenza sono una parte importante di questa società".

Si parla della capienza ridotta del 50%.
"Speriamo che ci lascino la possibilità di averli al nostro fianco perché ci possono dare una grande mano. Noi siamo sempre in dovere con loro di mettere tutto sul campo".

Come ti stai trovando con mister Scazzola?
"Sta andando bene, arrivando dalla D la cosa che più mi ha colpito è l'intensità e la velocità di pensiero: questo chiede il mister, di velocizzare la giocata e muoversi costantemente. Mi sta dando una grossa mano come del resto tutti i compagni".