INTERVISTA TC - Robur Siena, Lombardo: "Vogliamo giocarci la B"

26.05.2020 23:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
INTERVISTA TC - Robur Siena, Lombardo: "Vogliamo giocarci la B"

Mattia Lombardo, duttile difensore della Robur Siena, si sofferma in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com per parlare della sua esperienza in bianconero e del ritorno in terza serie della sua ex Lucchese.

La Lucchese è in attesa della promozione in Serie C, ormai solo da ufficializzare. Che sensazioni prova?

“Sicuramente la promozione, prossima alla ratificazione, è un bene per il calcio e per la Lucchese che merita questa categoria. Avere squadre blasonate e di livello in terza serie è positivo per l’intero sistema. Sono in contatto con tutto l’ambiente, soprattutto con gli ex compagni e qualche tifoso. Non dobbiamo dimenticare che grazie agli sforzi dei nostri sostenitori l'anno scorso siamo riusciti a terminare la stagione e raggiungere l’obiettivo prefissato”.

Di chi sono i meriti?

“Il merito di questa risalita è sicuramente di tutti: dai sempre presenti tifosi ai giocatori che hanno ottenuto il successo sul campo. La società è stata brava a creare un gruppo voglioso di riscatto e pronto a sposare l’ambizione della Lucchese di tornare tra i professionisti”.

Nonostante non siano partiti con i favori del pronostico alla fine sono riusciti a primeggiare.

“Le prime difficoltà trovate a Lucca erano date dalla partenza ritardata, le ritengo normali. Ciò insegna che nel calcio chi insiste e persiste riesce a raggiungere l’obiettivo comune, soprattutto se lo fa un gruppo unito e compatto”.

Come giudica la sua stagione alla Robur Siena?

“Stava andando molto bene, volevamo e vogliamo assolutamente giocarci la possibilità di giocarci la Serie B. Anche tramite i playoff. Vediamo cosa succederà, io mi farò trovare pronto per un'eventuale ripresa. Qui mi trovo bene, i compagni mi hanno accolto benissimo. Sono felice di giocare in una piazza ambiziosa e gloriosa come Siena”.

Sta già pensando al futuro?

“Bisogna prima vedere cosa succede con questa stagione. Ho un contratto in scadenza, bisognerà attende settimana dopo settimana. Cercherò di fare la scelta migliore, analizzando ogni proposta come sempre fatto per continuare il mio percorso di crescita tecnico e motivazionale e cercare di raggiungere i miei obiettivi”.

Intanto si è iscritto al corso per ottenere il patentino di allenatore UEFA B.

“In questo lockdown c’è stata la possibilità di iscriversi e ho colto la palla al balzo. La trovo come una cosa interessante e che mi permette di stare sempre di più sul pezzo. Il ruolo dell’allenatore mi è sempre piaciuto, tra l’altro condivido la partecipazione al corso con amici e calciatori come De Silvestri, Genevier e Pedrelli”.