INTERVISTA TC - Roselli: "Felice per l'Alessandria, promozione meritata"

17.06.2021 22:30 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Roselli: "Felice per l'Alessandria, promozione meritata"
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Il tecnico Giorgio Roselli, intervistato da TuttoC.com, commenta la promozione in Serie B dell'Alessandria a distanza di ben 46 anni. “Qualche anno fa, almeno sulla carta, il campionato l'aveva già vinto, poi la Cremonese, un'altra mia fantastica ex, l'ha battuta sul filo di lana. Sono felice per il ritorno in B di una società che negli ultimi anni non ha lesinato energie”, le prime parole dell'allenatore.

Una vittoria sofferta arrivata ai calci di rigore.

“Quando si arriva così in fondo quello che conta è vincere (sorride, ndr). Longo? Tutti gli allenatori danno qualcosa alla propria squadra, soprattutto quando raggiungono obiettivi importanti.”.

Per lei cinque anni in Piemonte tra campo e panchina.

“Allora potevo scegliere tra l'andare in C1 o C2, scelsi l'Alessandria per la storia. La soddisfazione di giocare in una piazza del genere ti rimane dentro tutta la vita”.

In passato ha allenato diversi protagonisti di questa serata.

“Ho avuto Pisseri a Gubbio, Giorno al Monopoli, Stanco alla Sambenedettese e Arrighini al Cosenza. Tutti e quattro sono qualcosa in più che calciatori, sono uomini straordinari. Ci sarà un motivo se a vincere sono quasi sempre gli stessi, hanno quel qualcosa in più dal punto di vista umano. Il gruppo è fondamentale”.

Dall'altro lato, un Padova sfortunato è costretto alla permanenza in C.

“Il Padova di Mandorlini è stato sfortunato, meritava la promozione così come Perugia e Alessandria. I veneti hanno sprecato una chance clamorosa, alle volte ci vuole anche quel pizzico di fortuna per portarla a casa”.