2^ Divisione, Play-off: lo Spezia espugna Pavia

Decide la rete dell'ex Monza e Lecco, Elia Chianese.
 di Marco Amedeo Mazzoleni  articolo letto 1470 volte
© foto di Tommaso Sabino
2^ Divisione, Play-off: lo Spezia espugna Pavia

Allo stadio “Pietro Fortunati” va in scena il primo round della doppia sfida, valida per la semifinale playoff, tra la squadra locale del Pavia e le “aquile” liguri dello Spezia. Nella regular season i pavesi, sul proprio campo, si imposero con un netto ed inequivocabile due a zero.

Nei primissimi minuti del primo tempo il Pavia parte subito molto determinato e dopo appena due minuti Ferretti impegna con un tiro da fuori il portiere ligure, Aprea. Poi piano piano esce lo Spezia che al 9’ si rende pericoloso con un cross tagliato dalla sinistra di Scantamburlo che trova in piena area Capuano, perso da Ricci, ma il numero otto ligure schiaccia di testa verso la porta difesa da Mandrelli che si salva in corner. Al 17’ ancora Spezia con l’esterno Chianese che con un’azione personale parte dalla fascia sinistra, si libera della marcatura e lascia partire un destro che il portiere pavese respinge in calcio d’angolo. L’ultima occasione degna di nota a chiusura della prima frazione è (al 40’) ancora di fattura ligure con capitan Grieco che, dopo una buona azione manovrata, verticalizza per Cesarini che colpisce con un tiro a pallonetto verso la porta di Mandrelli che si salva ancora in angolo con un gran colpo di reni.

Nella ripresa lo Spezia mantiene il pallino del gioco e il Pavia si difende con ordine, finchè al 13’ l’equilibrio si spezza: Padoin ruba palla a metà campo a Ferrini, appoggia per Cesarini il quale allarga sulla sinistra per l’accorrente Elia Chianese che entra in area supera con una finta Daffara e batte con un tocco morbido Mandrelli in uscita. Trascorrono appena due minuti (15’) ed in un’azione di contropiede il portiere del Pavia, Mandrelli, abbatte platealmente Capuano lanciato a rete da Cesarini dopo una spumeggiante combinazione del centrocampo spezzino, che sfrutta l’ennesima indecisione in impostazione dei mediani di casa. Il Pavia, pur in inferiorità numerica, prova a costruire gioco e si rende pericoloso al 23’ con Pavoletti che, su pennellata dalla sinistra di Carbone, in girata al volo manda la sfera fuori di poco alla destra di Aprea. Nei restanti minuti lo Spezia in contropiede ha altre occasioni per chiudere il match, ma non riesce ad essere concreta negli ultimi quindici metri. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro Baratta, artefice di un ottimo arbitraggio, manda tutti negli spogliatoi; con questa vittoria meritata lo Spezia di mister D’Adderio ha più di un piede nella finale playoff.

MARCATORI: 13’ st Chianese.

PAVIA (4-3-3): Mandrelli; Daffara, Acerbi, Fogacci, Ricci (dal 17’ st Facchin); D’Amico (dal 39’ st Stefanini), Bonacina, Ferrini; Pavoletti (dal 30’ st De Vincenziis), Ferretti, Carbone (Cap). All. Mangone.

SPEZIA (4-1-4-1): Aprea; Enow, Buscaroli, Milone (dal 31’ st Salvalaggio), Scantamburlo; Grieco (Cap); Capuano (dal 26’ st Beretta), Padoin, Herzan, Chianese; Cesarini (dal 36’ st Ferrarese). All. D’Adderio.

ARBITRO: Sig. Baratta di Salerno. ASSISTENTI: Legnetti-Pavesi.

NOTE: giornata estiva, terreno in discrete condizioni, 2500 spettatori circa di cui 900 giunti da La Spezia; ammoniti: Buscaroli (S), Enow (S) e Scantamburlo (S); espulso: al 15’ st Mandrelli (P); angoli: 3-5; recupero: 1‘+ 5‘.