Accadde oggi - 2011, incubo Foligno, la Ternana cade ai playout

05.06.2020 12:00 di Matteo Ferri   Vedi letture
© foto di Image Sport/TuttoLegaPro.com
Accadde oggi - 2011, incubo Foligno, la Ternana cade ai playout

La stagione 2010/11 entra a pieno titolo tra le più travagliate della storia della Ternana. Tormentati da terremoti societari e avvicendamenti tecnici, i rossoverdi finirono rapidamente nella zona calda della classifica, uscendone solo di rado. Nonostante il cammino traballante, la squadra di Bruno Giordano (terzo allenatore stagionale dopo Renzo Gobbo e Nando Orsi) si presenta all'ultima giornata di campionato con la possibilità di centrare la salvezza diretta, in caso di vittoria interna contro la Fidelis Andria. L'obiettivo fallisce clamorosamente nei minuti di recupero, quando prima Doumbia e poi Carretta ribaltano il 2-1 e il destino delle Fere. Pugliesi salvi e Ternana ai playout contro il Foligno, che in stagione si era già imposta al Liberati. Un derby minore rispetto a quello storico contro il Perugia ma non per questo meno sentito dai tifosi rossoverdi, memori dello spareggio per la promozione in IV Serie del 1953 vinto dai folignati. L'uno a zero del match d'andata del playout obbligava la Ternana a vincere con qualsiasi risultato, visto il miglior piazzamento in classifica nella stagione regolare ma il 5 giugno del 2011 saranno ancora una volta gli ultimi minuti di gioco quelli fatali per le Fere. Bloccati dalla tensione e poco organizzati in campo, i padroni di casa giocano un primo tempo modesto ma sufficiente a tenere a bada i falchetti, il cui schieramento col solo Falcinelli in avanti manifesta in maniera palese le intenzioni conservative. La perfetta torsione di testa di Sinigaglia in avvio di ripresa, sul cross da sinistra del neo entrato Imburgia, sembra scacciare l'incubo per i tifosi ternani ma la squadra di Giordano si fa attanagliare dalla paura, abbassa pericolosamente il baricentro e inizia a collezionare cartellini. Cejas ne rimedia due e lascia i suoi in dieci per gli ultimi sette minuti più recupero, in superiorità numerica il Foligno carica senza calcoli, colpisce un palo con Iacoponi e alla fine passa al 93': lancio alla cieca dalla trequarti verso il centro dell'area, Visi esce a vuoto, la palla si impenna e La Mantia la appoggia in rete di testa da pochi passi. È il gol che vale l'inattesa salvezza per il Foligno e il mesto ritorno in C2 dopo 14 anni per la Ternana, poi scongiurato grazie al ripescaggio. 

TERNANA-FOLIGNO 1-1

Marcatori: 7'st Sinigaglia (T), 48'st La Mantia (F)

Ternana: Visi, Quondamatteo (1'st Imburgia), Fanucci (29'st Grieco), Borghetti, Piva, Cejas, Arrigoni, D'Antoni, Nolè, Tozzi Borsoi, Sinigaglia (42'st Perney). A disp. Cunzi, Della Penna, Lacheheb, Tavares. All. Giordano

Foligno: Rossini, Iacoponi, Cusaro, Giovannini (42'st Brunori, 50'st Sala), Bassoli, Coresi, Castellazzi, Menchinella, Cavagna, Sciaudone (19'st La Mantia), Falcinelli. A disp. Zandrini, Gregori, Fondi, Papa. All. Pagliari

Arbitro: Di Paolo di Avezzano