Berni: "Vendrame faceva imbestialire il mister a Vicenza con una gag"

06.04.2020 22:00 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana
Berni: "Vendrame faceva imbestialire il mister a Vicenza con una gag"

Sabato scorso si è spento Ezio Vendrame, l'ex giocatore del Vicenza che, negli anni Settanta, per qualità tecniche e stile di vita veniva definito il George Best italiano. Intervenendo al TMW News lo ha ricordato Fabrizio Berni, suo compagno di squadra al Vicenza: "Ho giocato tre stagioni insieme a lui. Erano gli anni della contestazione ed Ezio un po' per una sua infanzia difficile e un po' per un'attitudine naturale ha incarnato uno spirito ribelle. Non si è fatto mancare nulla, era al di fuori degli schemi: gran fumatore e bevitore, spesso in compagnia di belle ragazze. Come calciatore aveva estro e fantasia. Per diventare veramente importante gli sono mancati sacrificio e dedizione. Con un'altra mentalità avrebbe avuto forse una carriera più fortunata, ma non sarebbe stato comunque Ezio Vendrame".

Un aneddoto degli anni in biancorosso: "Durante la partitella del giovedì spesso era protagonista di una gag che mandava in bestia il tecnico Puricelli ma che faceva divertire tutti. In possesso della palla all'improvviso si fermava e saliva sopra il pallone con tutti e due i piedi, metteva la mano sopra gli occhi a mo' di visiera, scrutava il campo e poi ripartiva tra le risate di tutti. Appassionato di chitarra, durante le trasferta in fondo al pullman spesso cantava e fumava. E' stato in definitiva una persona buona, che non ha mai pronunciato una parola di invidia nei confronti di nessuno"