Conte: "Anticipiamo 4.3 mld ai Comuni, 400 mln per buoni spesa"

28.03.2020 19:45 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Giuseppe Conte, presidente del Consiglio dei ministri, è intervenuto questa sera in diretta: "Oggi abbiamo superato 10mila vittime, un numero che ci colpisce. Si allarga la ferita e non la potremo mai dimenticare. Rivolgo un commosso pensiero ai famigliari e alle vittime. C'è un altro dato però incoraggiante: 1434 guariti, il numero più alto. Ci confronteremo con il comitato tecnico-scientifico e confidiamo in buone notizie. Noi ci manteniamo vigili ed attenti per adeguare le nostre valutazioni sulla base delle loro raccomandazioni. Oggi vogliamo dare segno della presenza concreta dello Stato: vorrei dire che non volgiamo il volto dall'altra parte. Sappiamo che ci sono tante persone che soffrono, sono sofferenze psicologiche, non tutti sono abituati a stare in casa e a limitare gli spostamenti. Abbiamo lavorato intensamente per varare un provvedimento di grande urgenza ed impatto: coinvolgiamo i sindaci che sono le nostre prime sentinelle per quanto riguarda le necessità dei cittadini. Ho appena firmato un DPCM che dispone 4 miliardi e 3, un anticipo del 66% del fondo di solidarietà ai Comuni, in anticipo della scadenza di maggio. Con una ordinanza della Protezione Civile aggiungiamo a questo fondo 400 milioni per gli 8 mila Comuni, con un vincolo: per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa, per i generi alimentari. Confidiamo che già dall'inizio della settimana prossima, i sindaci siano nella condizione di erogare concretamente questi buoni spesa e consegnare derrate alimentari alle persone bisognose. Non vogliamo lasciare nessuno solo in questo momento di sofferenza anche acuita. Tutti siamo sulla stessa barca, viviamo tutti il disagio e dobbiamo aiutare chi è in maggiore difficoltà. Nell'ordinanza della Protezione Civile ci sono misure rafforzate per le donazioni, non vogliamo tassare la solidarietà. Faccio un appello alla Grande Distribuzione che possano aggiungere un 5-10% di sconto a chi acquista con questi buoni spesa. Vogliamo mettere in condizione tutti a poter beneficiare delle somme di cui hanno diritto nel più breve tempo possibile, anche per quanto riguarda le Casse Integrazioni ordinarie e in deroga, oltre ai bonus. Ci saranno 25 miliardi subito a imprese, famiglie e cittadini, prima del 15 aprile. Vi chiedo di comprendere questo sforzo".