Esposito: "Col Ravenna esordio magico. Il derby pieno di antidolorifici"

30.03.2020 22:30 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Esposito: "Col Ravenna esordio magico. Il derby pieno di antidolorifici"

Salvatore Esposito, centrocampista del ChievoVerona, ha ricordato il suo recente passato col Ravenna sul canale Instagram del nostro editorialista Nicolò Schira: "L'anno scorso a gennaio ho scelto di andare a giocare in prestito con 6 mesi d'anticipo. C'erano il Ravenna e altre squadre, ma il direttore Sabbadini mi cercava da mesi ed è stata la scelta che mi ha cambiato la vita. Ero andato a vedere Ravenna-Ternana in incognito in treno con il mio procuratore Augusto Carpeggiani, che è un po' un fratello maggiore per me, e vedendo la gara mi sono convinto ancor di più che era la squadra giusta: ho pure portato bene visto che hanno vinto 3-2. Sono cresciuto tantissimo con loro e tolto grandi soddisfazioni, conquistando la convocazione per il Mondiale Under 20. Il debutto fu magico: entro con la squadra sotto 2-0 in casa contro la Triestina, prima accorciamo le distanze e al novantaquattresimo c'è una punizione. Vado incontro a Galuppini e chiedo se posso calciarla. L'ho impattata bene e la palla è entrata per fortuna. Glielo avevo anticipato in settimana al direttore Sabbadini che se avessi giocato avrei segnato su punizione. Poi c'è stato il gol vittoria sempre su punizione nel derby contro il Rimini. Anche lì è stato speciale, visto che venivo da due settimane di infortunio. Avevo una frattura un dito del piede, ma imbottito di antidolorifici sono riuscito a segnare. Peccato solo non poter festeggiare il derby perché sono dovuto volare la sera stessa al Mondiale".