"Il filo sottile del coraggio": due madri e il dialogo durante la quarantena

19.10.2020 15:30 di Redazione TC Twitter:    Vedi letture
Gaia Simonetti
Gaia Simonetti
© foto di Federico De Luca

"Cara Camilla, cara Giovanna. Oggi ti racconto di me...". Due mamme, Camilla Tommasi e Giovanna Carboni, che scrivono un diario. E' il dialogo al tempo della quarantena, tra le mura di casa, di due madri che non si conoscevano, ma le lettere che si scrivono hanno il potere di unirle. Arrivano a chiamarsi “amiche del cuore”.  
Nasce  “Il filo sottile del coraggio” (Maria Pacini Fazzi Editore), curato dalla giornalista fiorentina Gaia Simonetti, con un presente nella comunicazione legata al calcio e al sociale con la Lega Pro. La Lega Pro, in particolare, in un anno ha realizzato con i club 1.400 iniziative sociali.   

Da Cerreto Guidi, in provincia di Firenze dove abita Giovanna a Montemerlo, in provincia di Padova, paese di Camilla, poco distante da Vo', i chilometri e le distanze si annullano con la scrittura. 
Il libro ha uno scopo sociale: parte dei proventi raccolti dalla vendita, infatti, saranno destinati ad un progetto per un centro socio riabilitativo per persone con disabilità.