Malagò (CONI): "Lega Pro rappresenta l'Italia dalla cima al tacco"

22.06.2021 12:20 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
Malagò (CONI): "Lega Pro rappresenta l'Italia dalla cima al tacco"
TMW/TuttoC.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Giovanni Malagò, presidente del CONI, si è così espresso al convegno organizzato dalla Lega Pro insieme all'Istituto per la Competitività (I-Com) dal titolo "Oltre la dimensione agonistica. Il ruolo dello sport nel Recovery Plan", in merito al piano di sviluppo degli stadi: "L'Italia ha dimostrato abbondantemente da decenni di non essere pronto a risolvere il problema stadi se non avviene un evento straordinario che di solito è un grande evento mondiale o europeo. È discutibile quanto fatto sugli stadi di Italia 90, magari con stadi sovradimensionati, ma ancora oggi sono le ultime novità avute per determinati impianti. A Roma, ad esempio, tutta l'infrastruttura sportiva è dovuta  alle Olimpiadi del 1960. Lo stesso con Torino e le Olimpiadi del 2006 mentre Milano spinge grazie all'Expo e ora Milano-Cortina. Questa è una cosa allo stesso tempo grave e straordinaria. Adesso abbiamo questa grande opportunità, a tutti i livelli, del Recovery Plan. È importante attenzionare gli stadi della Lega Pro, visto che le 60 società rappresentano l'Italia capillarmente, dalla cima dello stivale al tacco. Ma non basta. Perché non si fa sport nella scuola? Per tre motivi: nessun governo ha inserito ore di educazione fisica, una o al massimo due. Poi perché a lungo è mancato il corpo docenti. Infine molte delle palestre scolastiche non esistono, sono desuete o fuori norma. Grazie a una disgrazia abbiamo la possibilità di rivisitare le nostre infrastrutture. I rischi più grossi sono la burocrazia e la gestione degli appalti: gli operai li avremo, intanto bisogna creare la fabbrica, la cabina di regia".