Mauro Cordeschi, a Stabbia il ricordo con un libro di Gaia Simonetti

22.10.2019 21:25 di Redazione TC Twitter:    Vedi letture
Mauro Cordeschi, a Stabbia il ricordo con un libro di Gaia Simonetti

Domenica 27 ottobre si svolgerà un’iniziativa in ricordo di Mauro Cordeschi, il giovane di Stabbia deceduto in un incidente stradale. Nell’occasione sarà presentato un libro di Gaia Simonetti.

Cerreto Guidi,22 ottobre 2019-Si svolgerà domenica 27 ottobre 2019 con inizio alle ore 16.30 , al Circolo ACSI-XXIII Agosto di Stabbia, un’iniziativa per ricordare Mauro Cordeschi, il giovane scomparso tragicamente, nell’ottobre del 2017, in seguito a un drammatico incidente stradale.

Sin dallo scorso anno l’Amministrazione comunale di Cerreto Guidi, dopo averne parlato con la madre e gli amici del giovane, ha ritenuto, con la concessione del patrocinio, di condividere il ricordo di questo giovane con varie iniziative mirate a sensibilizzare i più giovani, sul tema della sicurezza stradale e sull’importanza della donazione degli organi.

L’iniziativa in programma domenica 27 ottobre richiama a quest’ ultimo tema anche nel significativo titolo “Donare è moltiplicare la vita”. Si tratta di un’intensa serata realizzata in collaborazione con l’AIDO Regione Toscana, la Nazione Italiana Calcio Trapiantati (con alcune testimonianze di ragazzi che ne fanno parte) e l’Unicoop Firenze.

Dopo il saluto del Sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti, il programma prevede la presentazione del libro “Lettere senza confini”(ADV edizioni) della scrittrice e giornalista fiorentina Gaia Simonetti,con un presente come addetto stampa Lega Pro. Nel libro, le testimonianze di sei madri che non si conoscevano, accomunate da un dolore senza fine come la perdita di figli, scomparsi in incidenti stradali, nel terremoto di Amatrice, vittime di femminicidio o mai nati. Dalla condivisione del dolore è nato il libro, che ha teso la mano ad altre mamme di Firenze, di Mantova, Roma ed altre città e che è stato presentato anche nel corso di incontri con gli studenti delle scuole fiorentine.

“Lettere senza confini” è stato definito dal Presidente Sergio Mattarella a cui è stato inviato, una lezione di vita, quella che regalano Barbara (di Firenze), Giovanna (di Fucecchio), Laura (di Mantova), Paola (di Firenze), Stefania (di Firenze), ancora Stefania (di Rieti), scrivendo quanto il ricordo e ciò che si costruisce per loro, sia di supporto per un nuovo cammino. Parte dei proventi derivati dalla vendita hanno generato due borse di studio per studenti di Amatrice. Ogni anno una borsa di studio sarà dedicata ad uno dei figli destinatari delle lettere delle madri.

La serata in ricordo di Mauro Cordeschi proseguirà con un apericena e una serata in musica con Paola Alberti, per concludersi con il toccante lancio delle lanterne.