Serie C, la top 3 del primo turno playoff

02.07.2020 07:00 di Giacomo Principato   Vedi letture
Serie C, la top 3 del primo turno playoff

I playoff sono partiti e la corsa a tappe verso la Serie B entra nel vivo già dalle prime fasi. Parte col piglio giusto il Catania che, nonostante qualche difficoltà e le polemiche da parte dell’eliminata Virtus Francavilla, porta a casa la qualificazione con un rocambolesco 3-2 interno. A fare compagnia ai siciliani al secondo turno ci saranno Padova, Catanzaro e Novara. Per loro la possibilità dei due risultati su tre è decisiva: negli 0-0 contro rispettivamente Sambenedettese, Teramo e AlbinoLeffe ad avere la peggio sono quest’ultime. Per loro, obbligate a vincere, gli spareggi finiscono qua. Chiude il primo turno un altro pareggio a occhiali, quello nel match tra Ternana e Avellino. A passare grazie al miglior piazzamento nella stagiona regolare sono gli umbri.

Marco Bleve (Catanzaro): poche e decisive parate per l’estremo difensore dei giallorossi che si rivela cruciale ai fini della qualificazione al secondo turno. Agli interventi di normale amministrazione l’ex Lecce aggiunge una di quella parate salva risultato (e qualificazione) sul finire del primo tempo. Bombagi chiama con un calcio di punizione dei suoi e il portiere risponde con un riflesso felino che toglie il pallone dall’incrocio. Bel modo di iniziare la competizione.

Giovanni Pinto (Catania): da calciatore a sciatore il passo può essere breve. Goal d’autore da parte del giocatore etneo che parte da metà campo e si sbarazza della difesa avversaria con uno slalom degno di nota. Ai fini della qualificazione il pareggio sarebbe bastato, ma la vittoria in rimonta all’ultimo respiro ha una valenza enorme per una squadra alle prese con mille difficoltà fuori dal campo.

Federico Vazquez (Virtus Francavilla): l’espulsione per doppia ammonizione, per quanto dubbia e contestata possa essere la seconda, non scalfisce l’ottima prova dell’ex Troina e Siracusa che si conferma tra i più positivi della stagione biancazzurra. Prima offre l’assist al partner Perez e poi raddoppia con un colpo di testa su calcio d’angolo: tutto nel giro di 20 minuti. L’unica pecca per i pugliesi è la mancata qualificazione al secondo turno.