Serie C: prima le riammissioni, poi i ripescaggi. Ecco le differenze

05.08.2020 22:20 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
Serie C: prima le riammissioni, poi i ripescaggi. Ecco le differenze
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Campodarsego, Robur Siena, Sicula Leonzio. Sono queste le tre squadre che, con grande probabilità, da mezzanotte saranno fuori dalla Lega Pro. Sulla loro sostituzione, però, si procederà in modo diverso. I veneti, dal momento che hanno rinunciato da vincenti del campionato di Serie D, lasceranno il posto ai secondi classificati del proprio girone, ovvero il Legnago. 

I due club bianconeri, invece, senza la presentazione della domanda d'iscrizione (si attende solo l'ufficialità della Lega) lasceranno spazio a due club riammessi, ovvero Giana Erminio e Ravenna (Pianese al terzo posto e prima delle escluse). I ripescaggi, invece, entreranno in gioco se, nei prossimi giorni, la FIGC escluderà altri club, reputando incomplete eventuali altre domande. Ulteriore distinzione riguarda il costo: per la riammissione le società non avranno spese mentre per i ripescaggi serviranno 300mila euro a fondo perduto.

Resta da chiarire, infine, la situazione di Bitonto e Picerno, con la Procura Federale che dovrà esprimersi, a breve, sulla presunta combine tra i due club risalente a due stagioni fa.