Top & Flop di Cesena-Piacenza

27.11.2019 20:35 di Valentino Bonetti   Vedi letture
Bertozzi (TOP Piacenza)
© foto di Federico De Luca
Bertozzi (TOP Piacenza)

Servono i calci di rigore al Piacenza per eliminare il Cesena dalla Coppa Italia Serie C. La gara, giocata alle 17,30 all'Orogel Stadium e valevole per gli ottavi di finale della competizione di categoria, si è chiusa sul risultato di 1-1, poi ai bianconeri sono stati fatali gli errori dal dischetto di Ciofi e Rosaia. Per questa sfida entrambi i tecnici si affidano al 3-4-3, cambia di più però, rispetto al campionato, mister Franzini, il quale rilancia Giandonato, Cacia e dà una chance in attacco anche a Forte. La partita è gradevole, entrambe le squadre giocano per vincere, ma è il Piacenza ad avere la prima grossa occasione da gol al 37': Nannini crossa da sinistra per Cacia, il cui colpo di testa in avvitamento centra il palo interno prima che il pallone venga messo in corner dalla difesa del Cesena. Dalla bandierina va Cattaneo, Cacia impegna ancora Agliardi di testa ma il portiere del Cesena non può nulla sul tap-in vincente di capitan Pergreffi. Passano tre minuti e Sarao pareggia i conti con un bel colpo di testa in avvitamento su assist di Franco. Nel secondo tempo la squadra di Modesto avrebbe l'occasione di portarsi sul 2-1 all'82', ma Bertozzi è superlativo nel neutralizzare il rigore calciato da Sarao e concesso per fallo di Sylla sul Valeri. La gara non si sblocca nemmeno dopo i tempi supplementari e così si va ai rigori, dove il Piacenza è infallibile, al contrario del Cesena. La squadra di Franzini ai quarti di finale, in programma l'11 dicembre, se la vedrà con la Juventus U23, che oggi ha eliminato la Pro Vercelli vincendo 2-0.

Ecco Top & Flop della gara appena conclusa:

TOP:

Simone Russini (Cesena): i difensori del Piacenza soffrono la sua rapidità e quando si accende è sempre un pericolo per la difesa avversaria. Talvolta pecca un po' di egoismo però, fino a quando resta in campo, è dalle sue iniziative che il Cesena riesce a creare la superiorità numerica. FOLLETTO
Riccardo Bertozzi (Piacenza): risponde sempre presente ogni volta che gli avversari lo chiamano i causa, ma è strepitoso al minuto 82 quando neutralizza la conclusione angolata di Sarao dagli undici metri con un balzo felino. Concede il bis nella lotteria dei rigori, neutralizzando anche quello di Rosaia (calciato meno bene di quello di Sarao). Merita di essere citato anche Borri, autore del gol decisivo dal dischetto e protagonista in positivo con una prova senza sbavature. (quasi) INSUPERABILE

FLOP:

I rigori del Cesena: Sarao in partita calcia piuttosto bene, ma trova un grande Bertozzi a sbarrargli la strada. Meno bene fanno Ciofi e Rosaia nella lotteria finale (il primo calcia alto, il secondo si fa parare il tiro da Bertozzi), spianando la strada alla vittoria della squadra di Franzini. LA MALEDIZIONE DAGLI 11 METRI
Youssouph Cheikh Sylla (Piacenza): dentro al 59' per Cacia, getta alle ortiche il possibile gol del vantaggio al 76', quando sfrutta uno scivolone di Brignano ma perde l'occasione per servire Forte tutto solo a centro area. Come se non bastasse, causa il rigore, fallito da Sarao, con un fallo tanto ingenuo quanto plateale su Valeri, poi nega l'assist a Paponi al 90', concludendo debolmente addosso ad Agliardi ed infine manca la porta di testa nel primo tempo supplementare su invito di Zappella. PASTICCIONE