Arezzo, Dal Canto: "4° posto utopia, speranza è inciampo di qualcuno"

19.04.2019 11:10 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Alessandro Dal Canto
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Alessandro Dal Canto

Lucida analisi in sala stampa, al termine della sconfitta in casa della Virtus Entella, per Alessandro Dal Canto, tecnico dell'Arezzo: "Dobbiamo ripartire dai lati positivi, tentando per l'ennesima volta le lacune che abbiamo, anche se siamo quasi a maggio e probabilmente qualcosa non sarà più possibile limarla, altrimenti saremmo primi. Il problema è che ad ogni punizione laterale e ad ogni calcio d'angolo non sappiamo più chi invocare. Pazienza. Dispiace perché siamo tornati al punto di partenza e non ci resta che pensare di battere il Gozzano e sperare che qualcuno davanti a noi inciampi. Oggi (ueri, ndr) Pellizzer ha saltato mezzo metro sopra il mio, ha preso il terzo tempo, noi continuiamo a regalare centimetri a tutti. Trovare oggi un motivo d'appunto non me la sento. Dobbiamo solo guardare positivo: la squadra ha dominato in casa della prima in classifica, siamo sempre stati lucidi, l'abbiamo gestita come dovevamo e il gol di Iocolano è stato fortuito. Dobbiamo mantenere il nostro morale alto: come è successo a noi, può succedere ad altri. Il quarto posto forse può sembrare un'utopia, ma possiamo scalare qualche posizione".