Bagnoli: "La retrocessione del Livorno una morte annunciata"

04.05.2021 10:30 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Bagnoli: "La retrocessione del Livorno una morte annunciata"
TMW/TuttoC.com
© foto di Federico De Luca

"Cosa ho pensato dopo la retrocessione del Livorno? Che era una morte annunciata. Avevo visto la squadra e non credevo al miracolo playout". Così Andrea Bagnoli, ex calciatore amaranto, intervenuto sulle colonne de Il Tirreno. "Penso a tutti i giocatori che hanno dato il 1000% per questa maglia. Ho fatto un post sul mio profilo fb. In principio fu Bonaldi. Poi arrivai io, Protti, Lucarelli, Paulinho, Diamanti. Siamo stati giocatori simbolo, amati dalla gente di Livorno. Adesso la società ha distrutto tutto in modo orribile. Non ho altri aggettivi per descrivere questo scempio. Purtroppo all'orizzonte vedo ancora tanta tempesta. Credo che non ci vorranno meno di tre anni. Il percorso è ancora lungo e soprattutto non mi pare che ci siano i presupposti per un'immediata risalita. Mi si stinge il cuore ma è così. Nell'immediato non ci sono possibilità di rinascita".