Legnago, il tifoso Antonelli: "Colella meno estremo di Mourinho"

28.10.2021 12:50 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Francesco Antonelli
TMW/TuttoC.com
Francesco Antonelli
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Francesco Antonelli, giocatore del Legnago un po’ terzino, un po’ mezzala, un po’ metodista, si è raccontato ai colleghi de L'Arena: "Ci sto mettendo il massimo dell’impegno, ma è chiaro che devo ancora imparare molto. Seguo la linea che sta indicando il calcio, dove tanti esterni d’attacco e mezzali si sono trasformati da esterni a tutta fascia. Qualcosa mi manca, certi meccanismi di uscita partendo dal basso, ma credo anche di aver dato sempre il mio contributo". Antonelli si professa tifoso della Roma: "Colella è un po’ Mourinho? Per certi versi sono simili, ma il mister non avrebbe mai detto come ha fatto Mourinho in Norvegia che si fida solo dei suoi titolari. Noi nemmeno dalla rifinitura sappiamo chi giocherà. Mischia sempre le carte lui, un modo per tenerci costantemente sulla corda. La formazione non a caso ce la dice un’ora e mezza prima della partita. Per lui sono tutti sullo stesso piano. Di sicuro Colella è meno estremo di Mourinho". Inevitabile chiedere se è passato il periodo buio: "Meglio non cantar vittoria, meglio continuare a marciare nella direzione che abbiamo imboccato ma senza sentirci appagati o del tutto soddisfatti. Dovevamo riassestarci, rischiare di meno, aggiustare la fase di non possesso. Col Trento abbiamo fatto dei progressi, ma dobbiamo fare ancora tanto altro per essere davvero a regime. Perché questo avvio lento? È anche per una questione di preparazione. Quest’estate abbiamo lavorato davvero molto intensamente. Prima o poi i frutti arriveranno. Qualcosa si intravvede già".