Mantova, Lauro: "Triestina ha ingranato marcia, squadra tra le 2-3 più forti"

19.10.2021 21:40 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Maurizio Lauro
TMW/TuttoC.com
Maurizio Lauro
© foto di Marco Rossi/TuttoCesena.it

Mantova impegnato in casa della Triestina domani, in occasione del turno infrasettimanale. Mister Maurizio Lauro ha presentato l'impegno nella conferenza della vigilia, partendo dalla possibilità di turnover: "Qualche cambio rispetto a domenica? Qualcosa cambiamo, poi vedremo domani come stanno quelli che hanno appena giocato. Domani chance importante per chi ha avuto ancora poco spazio? Tanti giocatori sono entrati e hanno già contribuito alla causa, io li vedo sempre in settimana e se poi ritengo di farli giocare è perchè se lo sono guadagnati, non sicuramente perchè devono dimostrare qualcosa. Che tipo di partita mi aspetto domani? La Triestina è un avversario che non era partito benissimo e che ha adesso ha ingranato la marcia. Stanno facendo molto bene, è una squadra tra le due/tre più forti. Mi aspetto una partita difficile, però possiamo fare un'ottima gara. Cosa mi aspetto dalla squadra? Sicuramente di limare qualche errore tecnico che abbiamo fatto domenica, ma consideriamo che abbiamo giocato contro un avversario che ci ha fatto correre tanto e abbiamo sbagliato anche nella fase di non possesso nel primo tempo".

Sulle possibilià che invece i giuliani non adottino il turnover, Lauro ha evidenziato: "Hanno qualche giocatore acciaccato e qualcuno infortunato, ma hanno l'imbarazzo della scelta in una rosa allestita per vincere. L'assenza di Gerbaudo? Matteo è un giocatore per noi importante, soprattutto dal punto di vista della qualità e della quantità. Sicuramente sarà un'assenza che pesa. Bisogno di vittoria? L'obiettivo è sempre cercar di vincere le partite, ci stiamo provando e siamo andati spesso in vantaggio. Anche domenica siamo stati bravi a riprenderla una volta andati sotto. La squadra sta facendo di tutto per cercar di vincerla. Ci manca qualche vittoria ma c'è stata tanta continuità da parte del gruppo, sia nei risultati che nelle prestazioni dando sempre tutto, è questo è importante. Squadra che non molla mai? Sì, l'unica volta che forse è successo è stato con la Juventus, ma questa è la dimostrazione che non ne avevamo davvero più e non abbiamo avuto la reazione, cosa che invece domenica abbiamo avuto. De Cenco ancora in dubbio? Vediamo, è una decisione da prendere. Lui dice che sta bene e vuole giocare, ma è un discorso da valutare con calma. Vedremo se farlo partire o meno titolare. Piovanello? Enrico sta bene, domenica è entrato molto bene e per noi è un giocatore molto importante".