Monza, Brocchi: "Purtroppo in giro c'è ancora qualche stupido"

31.03.2020 21:15 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Monza, Brocchi: "Purtroppo in giro c'è ancora qualche stupido"

Cristian Brocchi, allenatore del Monza, intervenuto ai microfoni di RaiSport ha dichiarato: "Aspetto che ci vengano date notizie positive, non tanto per il calcio, quanto per l'Italia e il mondo. Il calcio è un punto di incontro, dà gioia, è importante. Ma in questo momento le nostre energie e i nostri pensieri devono rivolgersi a chi sta lottando tra la vita e la morte. Penso che non bisogna fermarsi al proprio orticello, bensì al proprio Paese. Purtroppo in giro c'è ancora qualche stupido ma anche persone intelligenti che stanno facendo il massimo per uscire da questa situazione". 

"E' impossibile riuscire a mantenere la forma al 100%, manca il campo, la palla. Gli allenamenti servono ad arrivare alla partita nella miglior condizione possibile. Adesso non si può avere ma si può comunque ripartire da una condizione accettabile". 

"Non voglio essere ipocrita, ma in questo momento quando sento parlare presidenti e allenatori di posizioni e assegnazioni... Sicuramente il Monza è in un'ottima posizione di classifica ma in questo momento faccio fatica a parlarne. La vittoria più importante sarà nella vita, ci sono tanti italiani che hanno e avranno problemi ad arrivare a fine mese, a dare da mangiare ai figli". 

"La priorità è tornare alla normalità, alla nostra quotidianità. Poi che l'economia italiana e di riflesso il calcio tornino a pieno regime". 

"Ibrahimovic? Ne avevo parlato anche io, abbiamo la fortuna di avere una società forte e ambiziosa, con obiettivi di primo livello. Avevo detto che per questa società fosse un obiettivo non impossibile. Ma ora come ora il discorso è superfluo, non sapremo se e quando riprenderemo a giocare e in quale categoria. Adesso ha poca importanza rispetto al resto".