Pianese, Masi: "Abbiamo imparato più cose oggi che in tutti questi anni"

24.11.2019 20:20 di Francesco Moscatelli   vedi letture
Marco Masi, Pianese
TMW/TuttoC.com
Marco Masi, Pianese
© foto di Ninni Cannella/TuttoLegaPro.com

Un avversario rabbioso, determinato, cinico. Che doveva vincere, oggi più che in altre occasioni. Ma in casa Pianese, dopo l'1-4 che ha riportato indietro le lancette bianconere a tre settimane fa, non c'è alcuna voglia di parlare dei meriti altrui, quand'anche riconosciuti. Il tecnico Marco Masi, spente le luci dello "Zecchini", offre un'analisi quasi spietata della prestazione dei suoi e anche delle proprie scelte tattiche. Senza sconti: nessuno si salva, condottiero in primis. Serve ritrovare lo spirito di sempre, partendo dai dettagli. Frittata ormai fatta, capo A. 

"Quando non leggi in settimana alcun atteggiamento sbagliato, in qualche modo come allenatore ti fidi" confessa il tecnico amiantino nella conferenza stampa raccolta dai canali ufficiali della società bianconera. "Abbiamo imparato più oggi che nelle ultime annate. Gli stessi ragazzi sono rimasti quasi increduli di questa prestazione, del resto l'impegno e l'attenzione negli allenamenti quotidiani non sono mai venuti meno. Un'attenzione che è calata oggi, improvvisamente: il difetto più grosso è stato quello di non essere stati squadra. Ogni reparto ha giocato per sè, contraddicendo tutte le regole alle quali cerchiamo di essere fedeli. Una difesa sballata, un centrocampo lungo che non conquista seconde palle, un reparto offensivo che non aiuta dietro e nel contempo non fa salire la squadra. Oggi avevamo l'occasione di dare un'impronta diversa nel nostro cammino, invece dobbiamo ripartire da zero, curando anche le piccole cose. Si può perdere, lo abbiamo già fatto più volte: però si deve lottare! Oggi abbiamo letto male ogni situazione, questo è un allarme che ci deve insegnare molto se vogliamo portare a termine questa difficile avventura".