Pisa, sfuma la Coppa. Ma niente è perduto

14.03.2019 06:00 di Claudia Marrone Twitter:    Vedi letture
Pisa, sfuma la Coppa. Ma niente è perduto

Una settimana tosta e tutta in trasferta è quella che attende il Pisa, anche se per metà la stessa si è già svolta. Dopo le fatiche di campionato nel derby contro la Lucchese di sabato scorso, la formazione di D'Angelo era attesa dai quarti di finale di Coppa Italia Serie C, che avrebbero preceduto di tre giorni la 31^ giornata del torneo, con i toscani impegnati sul campo dell'Olbia.

E il primo step è andato, anche se non positivamente. Il Pisa ha infatti dovuto dire addio alla Coppa dopo il ko contro la Viterbese, che in terra laziale si è imposta 3-2. I nerazzurri, inizialmente in svantaggio avevano poi rimontato i gialloblu, ma gli ultimi minuti sono stati fatali, ed è stata la formazione di Calabro a staccare il pass per la semifinale contro il Trapani. Non una tragedia, ma vincere la Coppa, anche se il percorso sarebbe stato ancora lungo e impervio, avrebbe agevolato e non poco i playoff: il Cosenza, però, insegna, si può sopportare la fatica dall'inizio e vincerli comunque. 

Ma la posizione di classifica è importante, e continuare a macinare punto è necessario. La squadra, rinforzata a gennaio, ha dimostrato un'altra maturità rispetto a quella vista all'inizio, quando la mano di mister Luca D'Angelo è stata fondamentale per gestire i malumori della piazza e l'amalgama del gruppo che si stava creando, oltre poi all'emergenza numerica della rosa, che ha visto spesso calciatori reinventati in ruoli diversi da quelli soliti. La gara di Olbia non sarà facile, anche la squadra sarda ha nuove consapevolezze e necessità di punti in chiave salvezza: le motivazioni non mancheranno, ma il Pisa non può fallire.