Top & Flop di AlbinoLeffe-Pontedera

09.05.2021 20:45 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Jacopo Manconi Top Albinoleffe
TMW/TuttoC.com
Jacopo Manconi Top Albinoleffe
© foto di Federico Gaetano

Si è chiusa la gara giocata questo pomeriggio al "Città di Gorgonzola" fra AlbinoLeffe e Pontedera, valido come primo turno dei playoff: 1-0 il punteggio finale a favore dei seriani che approdano al secondo turno facendo interrompere la corsa dei toscani. Una gara giocata sulla fisicità e i duelli in tutte le zone del campo dando poco spazio - come ampiamente prevedibile - allo spettacolo e al bel gioco. I padroni di casa potevano beneficiare del fatto di poter giocare su due risultati anche se inizialmente hanno cercato di spingere per poi subire il rientro degli ospiti, i quali nella ripresa hanno collezionato almeno tre occasioni per sbloccare il risultato colpendo per due volte i legni della porta di Savini. Tuttavia la squadra di Marco Zaffaroni ha avuto la forza il carattere e lo spirito di sacrificio di resistere agli attacchi degli avversari, tutti hanno dato un contributo alla causa capendo il tipo di partita andando a lottare su ogni pallone. I toscani escono a testa alta, il risultato maturato rappresenta una beffa per quanto visto sul rettangolo di gioco ma i granata devono aver la forza di prendere il tanto di buono espresso non soltanto dalla giornata odierna ma di un campionato davvero eccezionale. A fine gara come logico che sia grande soddisfazione in casa bluceleste, delusione e commozione in quella granata. In cronaca i padroni di casa scendono in campo schierando il consueto 3-5-2 dove Genevier vince il ballottaggio in cabina di regia con Nichetti per il resto la formazione vista nelle ultime giornate. Inizialmente Ivan Maraia mischia le carte schierando il 3-5-1-1 dove Stanzani giocava in appoggio a Magrassi, Milani viene spostato a destra con Ropolo a sinistra oltre all'accentramento sul centro-destra di Perretta. Esce molto bene dai blocchi l'AlbinoLeffe vicino al vantaggio al 2', Cori innesca Manconi in area il quale scarica il destro respinto da Sarri il quale ci mette il piatto destro per disinnescare il tap-in a botta sicura di Gelli. Il predominio dei padroni di casa dura i primi 10 minuti poi come una formichina il Pontedera acquisice campo obbligando fatalmente gli avversari ad arretrare. Ci prova con il sinistro Milani dalla lunga distanza in posizione defilata, Savini si fa sfuggire un pallone piuttosto comodo ma per sua fortuna la sfera finisce in angolo. La gara è spezzettata fino all'inverosimile tuttavia gli ospiti stazionano nella metà campo avversaria, prima del riposo ci prova prima Caponi respinto da Sarri poi Barba il quale non inquadra la porta. Maraia apporta dei cambiamenti all'intervallo tornando al classico 3-5-2. Entrano Benedetti e Semprini per Ropolo e Stanzani e i benefici si vedono, al 9' Risaliti sugli sviluppi di un tiro scoccato da Benedetti respinto scavalca Savini ma Riva salva nei pressi dell'area piccola, sul capovolgimento di fronte Piana è fondamentale ad anticipare Manconi pronto per scoccare il tiro verso Sarri. Gli ospiti producono il massimo sforzo, al 25' il destro violentissimo di Magrassi va a scheggiare la traversa prima di finire sul fondo, poco dopo la palla ce l'ha Caponi sul destro ma il suo piatto va a morite beffardamente sulla base del palo alla destra di Savini uscendo dalla parte opposta, altra occasione per Magrassi a tre minuti dal termine ma il suo destro non inquadra la porta. Con i granata tutti protesi in avanti arriva la rete dell'AlbinoLeffe con Manconi il quale si presenta davanti a Sarri e lo batte con freddezza facendo scorrere i titoli di coda. Ecco i migliori e i peggiori del match:

TOP

Jacopo Manconi (AlbinoLeffe): partita molto complicata per il bomber dei seriani, il quale trova sulla sua strada Sarri in avvio di gara respingendo il velenoso destro. Lotta con i centrali avversari con grande coraggio sacrificandosi tantissimo per i compagni anche nei momenti di maggiore difficoltà rappresentando sempre una minaccia concreta le poche volte che l'AlbinoLeffe si propone in avanti non facendosi sfuggire l'occasione per chiudere i conti nel recupero. BOMBER DI RAZZA

Andrea Magrassi (Pontedera): sarebbero molti i giocatori da premiare in casa granata, da Piana a Barba passando per il capitano Caponi. Decidiamo di dare la palma all'attaccante per quanto si spende per i compagni. Nel primo tempo non solo da vita a duelli rusticani con gli avversari, ma si sposta anche sulla sinistra dando il suo concreto apporto alla manovra. Nella ripresa è sfortunato in due occasioni, ma lo si vede sempre confermando la sua straordinaria crescita del girone di ritorno. PUNTO DI RIFERIMENTO

FLOP

Luca Petrungaro (AlbinoLeffe): al di sotto del suo standard come alcuni compagni, si fa vedere con qualche interessante sgroppata nella prima parte della gara nulla più. Nella ripresa costretto ad abbassare eccessivamente il suo raggio d'azione finisce per trovarsi in una partita non propriamente adatta alle sue caratteristiche. SPENTO

Leonardo Stanzani (Pontedera): viene preferito inizialmente a Semprini dando vita al 3-5-1-1 ma fino a quando rimane in campo lo si nota decisamente poco trovandosi in una zona di campo molto trafficata, sbagliando molti appoggi non riuscendo a dialogare al meglio con i compagni d'attacco e centrocampo. AVULSO