Top & Flop di Fiorenzuola-Virtus Verona

25.02.2024 20:35 di Lorenzo Carini Twitter:    vedi letture
Fonte: inviato al "Pavesi"
Top & Flop di Fiorenzuola-Virtus Verona
TMW/TuttoC.com
© foto di Luca Bargellini

Fiorenzuola e Virtus Verona si sono spartite la posta in palio al "Pavesi" nel match valido per il 28° turno del Girone A di Serie C: 1-1 il risultato finale per effetto delle reti siglate al 38' da D'Amico e all'83' da Demirovic. Un punto per parte, dunque, per due squadre che riescono comunque a muovere le rispettive classifiche: i rossoneri di Tabbiani restano immischiati nella zona calda ma si portano a quota 27, mentre i rossoblù di Fresco staccano la Pro Vercelli e raggiungono i 39 punti, consolidando così il proprio piazzamento in zona Playoff.

TOP
Felice D'Amico (Fiorenzuola)
: momento di gran fiducia per il classe 2000 di proprietà dell'Avellino, ancora protagonista dopo il gol segnato nel turno scorso contro il Legnago. Tra i più brillanti in zona offensiva nel corso del primo tempo, si ritaglia spazio anche nella ripresa dando una gran mano alla retroguardia rossonera in fase di non possesso. RIGENERATO

Eddy Cabianca (Virtus Verona): di professione difensore centrale, nella fredda serata del "Pavesi" si traveste in realtà da attaccante. Gol di Demirovic a parte, è lui il più pericoloso tra i veneti: al 27' spaventa Sorzi con una conclusione a giro, mentre al 73' lo costringe al miracolo su un colpo di testa ravvicinato su cross di Demirovic. Nel mezzo, per non farsi mancare nulla, trova anche una serie di prodigiose chiusure difensive. SCATENATO

FLOP
Il secondo tempo del Fiorenzuola
: dopo un buon primo tempo, la compagine di Tabbiani va in affanno nella ripresa e si esponi alle continue iniziative della Virtus Verona, finendo poi per subire il pareggio direttamente da un calcio di punizione. Pecca di continuità la truppa rossonera, alla quale è visibilmente mancato qualcosa nei secondi 45' per confermare il positivo avvio di gara. CALO EVIDENTE

Damir Ceter (Virtus Verona): lotta come può per oltre un'ora contro la difesa del Fiorenzuola, ma la sua partita è caratterizzata da un numero decisamente maggiore di errori piuttosto che di giocate di rilievo. Non ha mai modo di far male a Sorzi. DA RIVEDERE