Top & Flop di Monza-Arezzo

22.02.2020 20:45 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Marco Pissardo, TOP Arezzo
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Marco Pissardo, TOP Arezzo

Arezzo che blocca il Monza sul pari quest'oggi nella 27^ giornata del Girone A giocata questo pomeriggio al 'Brianteo'. L'1-1, cioè il risultato finale, acquisito già nel primo tempo: ha aperto le danze un bel gol di Tassi, il pari dal dischetto ad opera di Brighenti dopo un atterramento di Finotto in area da parte di Baldan. Nel mezzo, tra i due gol, due occasionissime per l'Arezzo per trovare il raddoppio, prima con Belloni dopo un errore in fase di disimpegno di Fossati e poi con un colpo di testa di Baldan che trova la respinta di Lamanna. Nella ripresa, nonostante un paio di occasioni di Finotto, una di Brighenti (in due casi da segnalare un Pissardo sugli scudi), una di Chiricò e un'altra di Lepore il risultato non è cambiato, anche perché l'arbitro ha annullato un gol a Mota per fuorigioco. Ecco quindi i top e flop dell'incontro:

TOP:

Mattia Finotto (Monza): il pari porta la firma di Brighenti ma il rigore se lo va a prendere l'ex Spal, appostato al centro area pronto a ricevere un cross proprio del compagno poi goleador. Mattattore a inizio ripresa, fa passare più di un brivido ai tifosi amaranto e impegna severamente Pissardo PROTAGONISTA

Lorenzo Tassi/Marco Pissardo (Arezzo): il centrocampista amaranto ha estratto dal cilindro un vero e proprio eurogol portando i suoi in vantaggio: un siluro preciso alla sinistra di Lamanna che ha fatto esplodere di gioia tutta la squadra toscana. Ma se l'Arezzo è uscito con un punto dal 'Brianteo' lo deve anche al suo portiere scuola Inter, che si è prodigato nella ripresa a chiudere lo specchio a Finotto, Brighenti e Chiricò TASSI CREA, PISSARDO CONSERVA

FLOP:

Due punti nelle ultime tre gare per il Monza: nonostante i 16 punti di vantaggio sulla seconda (ora la Carrarese), i tifosi brianzoli più esigenti storceranno il naso di fronte al ruolino di marcia della capolista nelle ultime tre uscite: due pareggi (a Siena oltre a quello odierno) e la sconfitta casalinga contro la Juve U23, che già aveva portato qualche polemica di troppo. Ma cosa si vuole dire ad una squadra che ha ammazzato il campionato già da tempo? Forse solo che sono troppi i gol mancati POCA CATTIVERIA

Marco Baldan (Arezzo): come spesso accade in questi casi, finisce dietro la lavagna il difensore autore del fallo che ha portato al calcio di rigore che ha poi comportato il pari biancorosso e che è stato condito anche dal cartellino giallo. Si sarebbe forse riscattato se fosse entrato il colpo di testa che sarebbe potuto valere il raddoppio amaranto PECCATO!