Top & Flop di Pergolettese-Livorno

28.02.2021 17:15 di Gabriele De Bartolo   Vedi letture
Bariti, TOP Pergolettese
TMW/TuttoC.com
Bariti, TOP Pergolettese
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

È finito 1-0 il match tra Pergolettese e Livorno appena terminato al Voltini. La spuntano i gialloblù, con la rete di Scardina del secondo tempo, in una partita abbastanza divertemente ma scandita da un grande duello tattico che ha reso difficile creare molte buone azioni da rete. Nel primo tempo, in effetti, sono solo tre le azioni degne di nota: la traversa su calcio d'angolo colpita da Lucenti della Pergolettese, il diagonale da contropiede di Dubickas che sfiora il palo ed infine il colpo di testa dal limite dell'area piccola di Varas, fuori di qualche centimetro. Si tratta però di 45 minuti di grande intensità ma poca incisività offensiva, con entrambe le compagini che si sono annullate a centrocampo, dove nessuna è prevalsa. Nella seconda metà le cose non cambiano parecchio, ma i gialloblù alzano maggiormente la testa. Decisivi i nuovi entrati: al 60' Ferrari sciupa la rete del vantaggio mandando alto un rigore in movimento; una dozzina di minuti più tardi l'altro subentrato, Scardina, insacca a rete su cross di Morello con un bel tuffo di testa. Il Livorno accusa il colpo e per qualche minuto sembra lasciare campo ai gialloblù, che non trovano però spazi per il tiro. Al minuto 90, su calcio d'angolo, il centravanti Dubickas degli amaranto sfiora il pareggio, colpendo di verso l'esterno della rete. A nulla varranno dunque gli assalti finali del Livorno, ora ultimo in classifica. Un risultato tutto sommato giustificato dalla maggior propensione offensiva della Pergolettese nella seconda metà, sebbene vada detto che la squadra di Dal Canto abbia venduto cara la pelle pur di portare a casa almeno il punto. 

Vediamo chi sono i migliori ed i peggiori di giornata.

TOP:
Bariti e Scardina(Pergolettese):
l'esterno è il più pericoloso tra i gialloblù nel primo tempo. Sulla fascia destra trova ampi corridoi anche grazie alla non perfetta presenza difensiva di Evan's. Ne consegue un exploit di corsa ed accelerazioni sul lungolinea che causano affanni alla difesa Livornese, che recupera parzialmente solo con le buone coperture di Sosa e Blondett. L'attaccante invece entra nel secondo tempo e si dimostra decisivo con un colpo di testa chirurgico che pesa tantissimo. Prova, con convinzione, anche a procurarsi un tiro allo scadere ma si fa neutralizzare dai difensori avversari. APRISCATOLE

Blondett e Sosa nel Livorno: coppia di difensori sugli scudi per gli amaranto, quest'oggi autori di una partita stoica e quasi perfetta. Gli attaccanti della Pergolettese non hanno mai praticamente avuto a disposizione un tiro pulito verso la porta difesa dal portiere Neri, non prima del minuto 72', quando Scardina, più fresco, trova il colpo di testa perfetto. La loro costanza però è ammirevole e si conferma anche successivamente al gol subìto, quando la Pergolettese attacca con più fiducia senza comunque trovare mai lo spazio per il tiro. QUASI INSUPERABILI

FLOP:
Nessuno nella Pergolettese:
i gialloblù soffrono maggiormente nella prima metà di gioco, dove potrebbero sfruttare meglio i corridoi lasciati sulla corsia di destra da Evan's. Paradossalmente, sarà solo nella seconda metà (complici i cambi ed un calo di intensità tra gli amaranto) che la squadra inizierà a convincere maggiormente sebbene le occasioni da gol non siano molte. BLOCCATI

Nessuno nel Livorno: una partita combattuta ed equilibrata, in cui a pesare sono le poche occasioni da rete non sfruttate. Non ci sono però individualità da bocciare in quanto tutti, dal portiere all'ultimo degli attaccanti, si sono battuti dando il massimo, provandoci fino alla fine. Per il futuro del Livorno e per il suo proposito della permanenza nella terza serie, sarà in ogni caso necessario iniziare a trasformare questi tentativi da rete in veri e propri gol. INFRUTTUOSI