Top & Flop di Pro Vercelli-Olbia

21.02.2021 17:15 di Matteo Mosconi   Vedi letture
Auriletto, Pro Vercelli
TMW/TuttoC.com
Auriletto, Pro Vercelli
© foto di Ivan Benedetto/Uff. Stampa Pro Vercelli

Finisce a reti bianche il match del “Silvio Piola” fra Pro Vercelli ed Olbia: i padroni di casa salgono a quota 47 punti in classifica, agganciando momentaneamente il Renate al secondo posto ma fallendo l’opportunità di accorciare sul Como, mentre gli ospiti conquistano un punto importante per la corsa alla salvezza, pur rimanendo invischiati in piena zona play-out.

La gara vive di pochissime fiammate: nella prima frazione, dopo un avvio veemente dei sardi, salgono in cattedra i padroni di casa, che prima con Awua (alto) e poi con Emmanuello (parato) cercano di sbloccare la sfida, senza trovare il centimetro giusto per portare in vantaggio i suoi.

Nella ripresa, dopo una conclusione di Biancu che sfiora l’incrocio dei pali a Saro battuto, la Pro riprende in mano le redini della gara, senza però trovare mai il varco giusto per forare l’attentissima retroguardia sarda. Il finale è il giusto epilogo di una partita che ha visto in campo due squadre separate da moltissimi punti in graduatoria, ma annullatesi l’una con l’altra.

Andiamo a vedere i Top & Flop della gara:

TOP

Simone Auriletto (Pro Vercelli): prestazione sontuosa da parte del difensore di Modesto, che ingabbia un cliente scomodissimo come Udoh per tutto l’arco della gara e non disdegna nemmeno qualche sgroppata in avanti. LUCIDO E PRECISO

Manuel Giandonato (Olbia): metronomo vero di questa squadra, detta i tempi di gioco per tutti i 95’ e non manca mai di servire ottimi palloni ai compagni. Messo a uomo su Emmanuello, Canzi indovina la mossa ed imbriglia il centrocampo dei padroni di casa. DILIGENZA ALLO STATO PURO

FLOP

Mattia Rolando (Pro Vercelli): brutta prestazione da parte del numero sette, che troppe volte pasticcia palla al piede, perdendo tempi di gioco e regalando la sfera agli avversari. Sembrava essere tornato quello di inizio campionato, ma deve ritrovare la giusta continuità. TROPPO PREVEDIBILE

Nessuno nelle fila dell’Olbia: sinceramente, diventa davvero complesso capire come una squadra come quella di Canzi possa lottare per la salvezza e non per qualcosa in più. Squadra accorta e pericolosa in contropiede: due 0 a 0 fra andata e ritorno contro questa Pro Vercelli non è risultato da tutte le squadre. AMMIREVOLI