Top & Flop di Renate-Pro Patria

01.12.2019 20:25 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Fietta TOP Pro Patria
Fietta TOP Pro Patria

Si è chiusa la gara fra Renate e Pro Patria, giocata al "Città di Meda" valida per la 17^ giornata del girone A di serie C: 1-1 il punteggio finale. Un risultato che fotografa l'andamento di una gara piacevole nella prima frazione, dove le due formazioni si sono affrontate a viso aperto su un campo reso viscido dalla pioggia battente, andando a segno nella parte finale nello stretto giro di posta di pochi minuti. Nella ripresa inevitabilmente i ritmi si sono abbassati, tuttavia sono stati i nerazzurri a cercare la vittoria con più convinzione, senza creare molte occasioni per riuscirci mentre nel finale gli ospiti hanno gestito maggiormente la palla senza incidere più di tante. Il pareggio conferma l'andamento delle due squadre a questo risultato, mettendo comunque in mostra due formaziono solide ed equilibrate, da una parte viene mantenuto il secondo posto in coabitazione con il Pontedera dall'altra la zona play-off ancora a portata di mano. In cronaca, al 2' punizione di Galuppini dalla lunga distanza respinta da Battistini in angolo. Rispondono gli ospiti al 5', Bertoni manda in verticale Le Noci, controllo e tiro che si perde a lato non di molto. 20' Plescia scarica per Guglielmotti, il quale arma il destro disinnescato in angolo con un plastico tuffo sulla propria sinistra da Mangano. Dopo una fase di interlocutoria le due formazioni danno il massimo nel finale di tempo, al 39' il neo entrato Palesi per l'infortunato Molnar che su una smanacciata incerta di Satalino mette alto a porta vuota. Al 42' il vantaggio del Renate, Kabashi si mette in proprio si porta sul sinistro e lascia partire un tiro a giro che non lascia scampo a Mangano vanamente proteso in tuffo. Sul primo dei tre minuti di recupero però arriva il pareggio della Pro Patria, deviazione di Mastroianni su cross da destra di Le Noci respinto da Satalino, si avventa Molinari per il tap-in vincente. La ripresa vede i padroni di casa provarci con maggiore continuità, al 10' ci prova Kabashi respinto da Mangano e poco dopo il tiro di Rada non inquadra la porta, Diana effettua alcuni cambi ma i nerazzurri non sembrano averne più nella parte finale del confronto. Ecco i migliori e i peggiori del confronto:

TOP

Ranieri (Renate): l'inizio di gara non è dei migliori, contraddistinto da qualche errore nei fraseggi. Con il passar del tempo però cresce in maniera esponenziale, dando fosforo e geometrie alla manovra offensiva nerazzurra. Un punto di riferimento in mezzo per i compagni, catalizzatore di palloni nella linea nevralgica del campo. METRONOMO

Fietta (Pro Patria): sicuramente il migliore dei suoi  soprattutto nel primo tempo, si propone in avanti creando non pochi grattacapi con il suo costante movimento alla retroguardia di casa. Con l'uscita di scena di Molnar gioca da difensore centrale mostrando molta duttilità dando il suo contributo ai compagni di reparto.  DINAMICO

FLOP

Galuppini (Renate): intendiamoci non si tratta di una prestazione completamente da buttare, tuttavia appare meno lucido ed incisivo nei sedici metri avversari rispetto alle precedenti partite. E' anche vero che non ci possiamo sempre attendere prestazioni di alto livello, in alcune circostanze va a perdersi nel traffico della difesa avversaria, intestardendosi in qualche dribbling di troppo. PASSO INDIETRO

Nessuno nella Pro Patria: prestazione solida e di sostanza della formazione bustocca in un periodo in cui manca la vittoria, tuttavia non era facile uscire indenni dal "Città di Meda", e soprattutto rimontare lo svantaggio avversario a stretto giro di posta mettendo in mostra determinazione, e a tratti anche un gioco non disprezzabile. VOLITIVI