Trento, il grande ex Parlato torna a Padova: "Metterò da parte le emozioni"

13.10.2021 21:40 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Carmine Parlato
TMW/TuttoC.com
Carmine Parlato
© foto di Marcello Casarotti/TuttoLegaPro.com

Del Padova ha indossato la maglia e lì ha anche scelto di vivere, oltre ad allenarlo e riportarlo in Serie C dopo il fallimento. Domenica per Carmine Parlato, tecnico del Trento, l’emozione sarà inevitabile: "E' una partita da tre punti, anche se ha dei contorni molto molto particolari e personalmente ricordi indelebili. Ovviamente è la società dove vive la mia famiglia, dove ho giocato ed allenato. Ci sono tantissimi ricordi. Noi sappiamo che affrontiamo una squadra molto forte ed importantissima, che sta cercando la continuità. Noi dobbiamo prepararci al meglio delle nostre forze per affrontare il Padova di oggi, una squadra che sta facendo di tutto per rispettare i propri obiettivi".

Poi via coi ricordi: "Dopo tante panchine sono riuscito ad esordire e ho fatto gol ad Udine, sono annate piene di ricordi, ho avuto compagni importantissimi per il mio percorso di vita, ho vissuto la città, ho conosciuto mia moglie, ho avuto le mie due piccole - anche se oramai sono grandi, - ho parenti miei e di mia moglie. Ho avuto l'onore di essere alla guida di un Padova che veniva da un fallimento, facendo una cavalcata che non mi era mai capitata. Ho cercato di mettere all'interno del cammino - come ho sempre fatto - il rispetto per la maglia che indossi. Siamo riusciti a portare il Padova in Lega Pro, l'anno dopo ho continuato ma ci sono state alcune decisioni - dal mio punto di vista - affrettate, ma siamo in Italia e bisogna accettare tutto. Mi sono messo da parte per il bene della città e della società. Questo deve essere un pensiero che però va messo da parte. Ora sono in una bellissima società, con bellissimi tifosi, stiamo cercando di fare un campionato importante nuovo, per noi è un onore andare a giocare a Padova. Metterò tutto me stesso, cercherò di restare il più concentrato possibile, viste le emozioni che cercherò di mettere da parte per essere il più professionale possibile e cercherò di fare in modo che i miei ragazzi facciano una grande partita".