Südtirol, Polak: "Girone B livello alto, partite tutte da vedere"

12.11.2019 21:20 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Jan Polak
© foto di Giuseppe Scialla
Jan Polak

Jan Polak, con i suoi 30 anni e sei mesi, è il secondo giocatore più “anziano” del Südtirol dopo Kevin Vinetot, di nove mesi più “vecchio”. Il polacco ha spiegato dalle colonne del sito ufficiale come si trova in biancorosso: “Bene, molto bene. Intravedo la mentalità del mio Paese: organizzazione, compostezza, metodo. Questa società è molto bene strutturata in ogni settore, con la cura dei dettagli, importanti per crescere e fare la differenza. Siamo un buon gruppo, tecnicamente valido. Possiamo sicuramente essere protagonisti, giocando sempre con la massima attenzione, perché ogni distrazione, anche piccola in questo campionato costa cara. Stiamo lavorando bene, curando i particolari, correggendo le cose che funzionano meglio, perfezionando quelle che riusciamo a fare meglio”.

Il livello tecnico è elevato nel Girone B, ma Polak spiega: “Non so se più o meno degli altri, sicuramente è un livello alto e le partite sono tutte da vedere. Da parte nostra c’è il dovere di essere sempre concentrati e motivati per fare bene e guadagnare stima e sostegno da parte dei nostri tifosi, dai quali ci aspettiamo sempre calore e vicinanza, in ogni momento, in ogni situazione. Le differenze tra le squadre non sono molte e questo vuol dire che si tratta di un campionato equilibrato, dove tutti possono vincere o perdere contro qualsiasi avversario. Bisogna costruire le proprie fortune non partita dopo partita, ma giorno dopo giorno in allenamento, attraverso la cura dei dettagli, lavorando sui difetti”.