Teramo, Celli: "Con 40 punti siamo salvi. Prima quelli, poi il resto"

14.03.2019 14:50 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 245 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Teramo, Celli: "Con 40 punti siamo salvi. Prima quelli, poi il resto"

"Nella caduta Gomis ha strillato subito, e io, che ero distante, ho visto Caidi che si è avvicinato e si è messo le mani in testa: Lys si teneva il ginocchio, urlava, stava malissimo. Mi sono girato verso la panchina e ho chiamato soccorsi".

Così, il difensore del Teramo Alessandro Celli, racconta l'infortunio subito dal compagno di squadra Gomis. Ma il discorso si allarga poi al tutto il resto:

"Non sono al top della condizione, venivo da un anno di inattività perché a Foggia ho giocato poco, da gennaio in poi mi allenavo e basta, e non ho neppure fatto il ritiro. Ma piano piano mi sono integrato, e sto migliorando, perché ho tanto da fare. Con Infantino mi trovo bene, fa grandi movimenti che riesco a leggere, e ora dobbiamo dare la spinta anche in casa. Ogni domenica scendiamo in campo per vincere, avete visto la prestazione importante fatta contro la Fermana che ha trovato la vittoria sull'unica occasione fatta, poi è vero che ci sono da curare dei particolari: il mister in allenamento lavora molto, in campo cerchiamo di limare le carenze". 

Sulla classifica: "Prima pensiamo a salvarci, raggiungendo l'obiettivo che ci siamo predisposti, poi eventualmente penseremo ad altro. Con 40 punti siamo salvi, già con 42, vista la classifica corta, possiamo valutare il resto".